Piazza Affari, terzo giorno di rialzo. Il gas scende sotto i 200 euro

Apertura Borsa

Piazza Affari, terzo giorno di rialzo. Il gas scende sotto i 200 euro
Pixabay
La situazione dei mercati

Apertura in leggero rialzo per i mercati europei, +0,39% per la borsa di Milano, che ieri ha visto l'indice principale migliorare durante la giornata fino a chiudere al +1%, spinto dai conti trimestrali di alcune società come Tim, Banca Mediolanum e Buzzi Unicem. In serata ha diffuso i conti anche Banco Bpm, ieri +5%, oggi -0,80%. Il bilancio provvisorio della settimana per Piazza Affari è positivo, +1,32%.

Riflettori sempre su Tod's: ieri la famiglia Della Valle ha lanciato un'Opa sul 25% del capitale della società, finalizzata a toglierla dalla Borsa. Ieri +20% per il titolo, che si è allineato al prezzo di offerta di 40 euro, oggi supera questa cifra, +0,6%, a quota 40,44 euro.

Oggi si attende la decisione della Banca d'Inghilterra sui tassi, le attese sono di un rialzo di 50 punti base. Intanto sono arrivati i dati sugli ordini della manifattura in Germania a giugno: -0,4%, leggermente meglio delle previsioni (-0,8%).

Anche a Wall Street ieri le trimestrali hanno sostenuto i listini: +1,29% per il Dow Jones, +2,59% per il Nasdaq.

In Asia, nonostante la tensione su Taiwan rimanga alta, nella notte i listini sono tornati positivi, soprattutto quello di Hong Kong, +1,92%; calo invece per la borsa di Taipei, -0,51%.

Chiudiamo con l'energia. Il prezzo del gas scende poco sotto i 200 euro al megawattora, a quota 195,5 euro, -1,8%.

Stabile il petrolio, a poco meno di 97 dollari al barile con il Brent. Ieri l'Opec Plus ha deciso un aumento di 100mila barili al giorno nella produzione. Un aumento modesto rispetto ai precedenti.