Dopo la pubblicazione di video in cui ballava ad una festa con amici

Sanna Marin trattiene a fatica le lacrime: "Sono umana anche io, ho bisogno di divertirmi..."

La premier finlandese torna a difendere il suo diritto a divertirsi e ha detto che lavora sodo come primo ministro, ma che dovrebbe anche avere diritto a una vita privata

“Sono umana ed anche io a volte ho bisogno di gioia, divertimento e allegria nel mezzo di questi tempi bui”. Così Sanna Marin è tornata a difendere il suo diritto a divertirsi e ballare con gli amici, come mostrano i video e foto stanno provocando un ‘partygate’ per la giovane premier finlandese. 

Le parole di Marin sono state accolte con una standing ovation dal pubblico dell’evento organizzato dai socialdemocratici a Lahti.       

La premier ha ammesso che gli ultimi giorni non sono stati facili per lei, aggiungendo di aver fiducia nel fatto che i finlandesi giudichino i politici per il loro lavoro e non per la loro vita privata. 

La più giovane capo di governo del mondo quando è stata eletta nel 2019, ha aggiunto: “Non ho perso un solo giorno di lavoro. Voglio credere che le persone guarderanno a ciò che facciamo al lavoro piuttosto che a ciò che facciamo nel nostro tempo libero. Non ho mai lasciato un singolo compito incompiuto. Sto imparando. Ma sto facendo il mio lavoro bene come ho fatto fino ad ora. Sto pensando all’Ucraina e sto facendo il mio lavoro”.   

Ieri Sanna Marin si è scusata per la fotografia, apparsa per la prima volta sull’account TikTok della modella e influencer Sabina Särkkä che mostra lei e un’altra donna - non Marin – che si baciano e sollevano un cartello con la scritta ‘Finlandia’ davanti al seno nudo.   

“Penso che la foto non sia appropriata, me ne scuso. Una foto del genere non avrebbe dovuto essere scattata”, aveva detto ieri Marin, aggiungendo comunque che quella sera non era accaduto “niente di straordinario” alla festa nella residenza di Kesäranta dopo il festival di musica Ruisrock l’8 luglio.