God save the King

Oggi si insedia Carlo III. Chi erano i suoi predecessori: la storia di Carlo I e Carlo II

L'ex principe di Galles ha ufficialmente scelto il nome di Carlo III, che sarà il primo re Carlo dal 1600 condividendo il nome con monarchi che regnarono durante uno dei periodi più turbolenti della storia britannica

Oggi si insedia Carlo III. Chi erano i suoi predecessori: la storia di Carlo I e Carlo II
LaPresse
Il principe Carlo

Oggi è prevista la cerimonia ufficiale di proclamazione di Re Carlo III. Secondo quanto comunicato da Buckingham Palace, il consiglio di successione al trono si riunirà alle 10 ora di Londra, le 11 in Italia, come tradizione presso il St James's Palace di Londra.

L'ex principe di Galles ha ufficialmente scelto il nome di Carlo III in seguito alla morte di sua madre, la regina, avvenuta giovedì. E Carlo III sarà il primo re Carlo dal 1600 condividendo il nome ufficiale con i monarchi che regnarono durante uno dei periodi più turbolenti della storia britannica.

È infatti una lunga storia di assolutismo, dispotismo, sangue ed edonismo, quella di Carlo I e di suo figlio Carlo II, due sovrani assoluti. I regni di Carlo I e Carlo II, padre e figlio, andarono dal 1625 al 1685 e videro il rovesciamento e la restaurazione della monarchia, lasciando un'impronta indelebile nel quadro istituzionale dell'epoca con conseguenze del tutto imprevedibili e inattese. 

Ritratto di re Carlo I d'Inghilterra, Scozia e Irlanda (1600-1649) Getty
Ritratto di re Carlo I d'Inghilterra, Scozia e Irlanda (1600-1649)

Carlo I divenne re d'Inghilterra, Scozia, Irlanda e Francia dal 27 marzo 1625 fino alla morte, avvenuta per decapitazione il 30 gennaio 1649. Fu un re impopolare, l'unico monarca britannico ad essere stato pubblicamente processato e giustiziato per tradimento, mentre Carlo II - noto come il Merry Monarch (Il re allegro) - trascorse molti anni in esilio, generando una decina di figli illegittimi da numerose amanti. Il regno di Carlo II fu caratterizzato anche dalla peste e dal Grande incendio di Londra. 

Carlo I sposò la principessa borbonica Henrietta Maria di Francia nel 1625. Fervente sostenitore del diritto divino dei re, proprio come il padre Giacomo I e la nonna paterna Maria Stuarda, nella prima fase del suo regno fu impegnato in una dura lotta di potere contro il Parlamento inglese, che si opponeva risolutamente alle sue aspirazioni assolutistiche volte a sopprimere l'utilizzo della Magna Carta. 

Carlo I d'Inghilterra. La vigilia della battaglia di Edge Hill, 1642, 1845. Walker Art Gallery Fine Art Images/Heritage Images/Getty Images
Carlo I d'Inghilterra. La vigilia della battaglia di Edge Hill, 1642, 1845. Walker Art Gallery

Le tensioni politiche e religiose esplosero nella guerra civile inglese: contro di lui si scontrarono le forze del Parlamento, che si opponevano ai suoi tentativi di accrescere il suo potere in senso assolutistico, e i puritani, che erano ostili alle sue politiche religiose. Entrò in conflitto con il parlamento, che voleva limitare i suoi poteri, mentre molti sudditi si opposero alle sue politiche che includevano l'imposizione di tasse senza il consenso parlamentare. Carlo I combatté gli eserciti dei parlamenti inglese e scozzese ma fu sconfitto nel 1645 e catturato. Dopo una breve fuga, fu nuovamente catturato e giustiziato a Whitehall nel 1649 dopo essere stato processato, condannato e giustiziato con l'accusa di alto tradimento.

Dopo la morte di Carlo I la monarchia venne abolita e venne fondata al suo posto una repubblica. Carlo II, fu proclamato re di Scozia dopo l'esecuzione del padre e tentò di reclamare l'Inghilterra, ma fu sconfitto da Oliver Cromwell nella battaglia di Worcester nel 1651 prima di fuggire nell'Europa continentale dove trascorse nove anni in esilio. Morto il principale leader della rivoluzione, Oliver Cromwell, la repubblica entrò rapidamente in crisi, il parlamento proclamò re Carlo II e lo invitò a tornare in Inghilterra nel 1660 consentendogli di restaurare il regime monarchico.

 

Ritratto di Carlo II con gli abiti dell'Ordine della Giarrettiera, 1660-1665, olio su tela. Wikipedia
Ritratto di Carlo II con gli abiti dell'Ordine della Giarrettiera, 1660-1665, olio su tela.

Cinque anni dopo l'incoronazione, Carlo II fuggì da Londra per Salisbury quando la peste colpì Londra, uccidendo migliaia di persone. L'anno successivo, nel 1666, Carlo II e suo fratello James si unirono e diressero le operazioni antincendio durante il Grande incendio di Londra. Carlo non ebbe figli legittimi, ma ebbe 12 figli da sette amanti, che gli valsero il soprannome di "Old Rowley", il nome del suo stallone da corsa preferito. Carlo II venne soprannominato il Merrie Monarch (monarca allegro), a sottolineare il clima di edonismo della sua corte e il sollievo generale procurato dal ritorno a una situazione di normalità dopo l'esperienza repubblicana con i Cromwell e i puritani. Morì per un ictus nel 1685, a 54 anni.