San Giuliano Milanese

Milano, esplosione e maxi-incendio in azienda petrolchimica: in fiamme migliaia di litri di solvente

3 feriti, uno in gravi condizioni in rianimazione, altri 15 intossicati. Le fiamme divampate in un'azienda petrolchimica di San Giuliano Milanese

Milano, esplosione e maxi-incendio in azienda petrolchimica: in fiamme migliaia di litri di solvente
Vigili del Fuoco
Maxi-incendio in azienda petrolchimica a San Giuliano Milanese

Dopo ore di lotta contro le fiamme il grande incendio di San Giuliano Milanese sembra domato anche se non del tutto spento. 

"Il peggio sembra essere passato: anche se i vigili del fuoco dovranno lavorare ancora per diverse ore, l'incendio è domato, ma non ancora spento", afferma  il sindaco di San Giuliano Milanese, Marco Segala, che sta seguendo le operazioni di spegnimento del vasto rogo alla Nitrolchimica di San Giuliano Milanese.   "I pompieri hanno autorizzato le aziende limitrofe a riaprire- aggiunge - con l'accortezza di tenere le finestre chiuse e gli impianti di condizionamento spenti. Fortunatamente non è stato necessario emettere ordinanze, perché i primi campionamenti dell'Arpa escludono conseguenze per la qualità dell'aria".

 

Sono 3 i feriti ricoverati dei quali uno grave, in codice rosso in ospedale: si tratta di un 44enne ricoverato in rianimazione ed in prognosi riservata al San Gerardo di Monza. 

L'uomo ha riportato ustioni di secondo e terzo grado al volto, torace ed agli arti. Altre 15 persone sono state dimesse dagli ospedali della zona.

Secondo la polizia locale, è stato provocato da “Una esplosione, per cause ancora da accertare, seguita da un vuoto d'aria e dalle fiamme”.

In fiamme migliaia di litri di solvente
A bruciare migliaia di litri di solvente. E' quanto si apprende dai soccorritori presenti sul posto. Il campionamento dell'aria viene effettuato anche con un elicottero, per valutare dove il vento stia trasportando il fumo. I tecnici dell'Arpa stanno effettuando misurazioni dell'aria con strumentazione da campo "Senza rilevare al momento criticità significative sotto l'aspetto ambientale".

Aperto un fascicolo d'indagine in Procura
E' la procura di Lodi a occuparsi del maxi incendio, il pubblico ministero è sul posto e nelle  prossime ore aprirà un fascicolo per incendio colposo, anche se le  ipotesi di reato potrebbero essere anche altre.

"La nostra Protezione civile è già sul posto", così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, commentando l'incendio. Sul posto molti mezzi dei vigili del fuoco presenti con 14 squadre. 

 

Maxi-incendio in azienda petrolchimica nel Milanese Ansa
Maxi-incendio in azienda petrolchimica nel Milanese

L'alta colonna di fumo si è alzata dal fabbricato nell'hinterland di Milano, fiamme sono divampate dalla ditta Tomolpack e si stanno estendendo ad aziende vicine come la Nitrolchimica, che tratta solventi e rifiuti pericolosi.

 

C'è il rischio che nell'aria siano andate disperse sostanze pericolose, secondo quanto riferisce la Tgr Lombardia, e l'area attorno è stata fatta sgomberare.

“È stato attivato il gruppo specialistico contaminazione atmosferica, quello del rischio chimico ed il servizio previsioni meteo”, così l'Arpa in una nota, che aggiunge: “L'azienda Nitrolchimica è soggetta ad Autorizzazione Integrata Ambientale - codice 5.1 - e si occupa di smaltimento o recupero di rifiuti pericolosi con capacità di oltre 10 Mg/die”. 

Il comune ha pubblicato un post su Facebook invitando i residenti a tenere chiuse le finestre:

Per precauzione, si invitano i cittadini a chiudere le finestre per evitare possibili esalazioni e a non avvicinarsi alla zona interessata.”