Danny Masterson accusato di stupro: i sospetti su Scientology

Secondo l'accusa l'organizzazione religiosa è ritenuta responsabile di aver fatto pressioni su vittime e polizia per depistare le indagini

Danny Masterson accusato di stupro: i sospetti su Scientology
GettyImages
Danny Masterson adepto di Scientology

Bufera sulla chiesa di Scientology.

L’organizzazione religiosa, che annovera al suo interno famosi personaggi dello spettacolo, è stata coinvolta nel processo che vede uno dei suoi adepti, l’attore Danny Masterson, accusato di diversi stupri.

Tra il 2019 e il 2020 diverse donne hanno intentato una causa contro il protagonista di “That’s 70 show”: Masterson è stato accusato di aver violentato una donna di 23 anni nel 2001, una donna di 28 anni all'inizio del 2003 e una donna di 23 anni alla fine del 2003. Le tre incriminazioni arrivano dopo un'indagine di tre anni iniziata nel 2017. Se condannato, Masterson rischia fino a 45 anni di prigione. Il 21 gennaio 2021 si è dichiarato non colpevole.

Secondo quanto riportato da Variety e da altri siti di informazione Scientology avrebbe a sua volta fatto pressioni sulle vittime, i loro famigliari e sulle forze dell’ordine per far decadere le accuse.

Anche se l’organizzazione quindi non è direttamente sotto processo lo sono però alcuni aspetti del suo funzionamento e il modo in cui sia pervasiva nella vita degli adepti e di chi entra, suo malgrado, nella vita di questi ultimi. 

Masterson e il suo team legale hanno negato tutte le accuse, definendole "oltraggiose".  

In una dichiarazione a Insider un portavoce della chiesa ha contestato la testimonianza fatta in tribunale dai testimoni e ha aggiunto che la chiesa esige che i suoi membri "rispettino tutte le leggi della terra" e che la chiesa collabori con le forze dell'ordine.

Ma vittime e testimoni affermano tutt’altro. 

Il cantante Cedric Zavala, marito di una di loro, in tribunale ha affermato che la sua famiglia è perseguitata da Scientology ormai da anni e hanno per questo intentato una causa civile contro la chiesa. A corroborare il clima di tensione e stress a cui sono sottoposti da anni ha contribuito anche la reazione della donna, che ha avuto un forte attacco di panico durante la deposizione.

“Sei stato perseguitato e molestato dalla Chiesa di Scientology fino ad oggi?" ha chiesto l'accusa a Zavala. "Sì, assolutamente", ha risposto l’artista a sua volta durante la testimonianza.

Non è la prima volta che si cerca di accendere una luce sulle attività di Scientology. Interpellato per l'occasione, l'ex adepto Shelton, che ha lavorato per l'organizzazione religiosa negli anni 2000 e che, da allora, ha condotto ricerche accademiche sulla chiesa, ha detto che l'appartenenza ad essa è in diminuzione da anni. L'istituzione, tuttavia, non pubblica numeri di adesione trasparenti. 

Intanto, secondo quanto riportato da Insider, la famosa ex Scientology e cantante americana Lisa Marie Presley potrebbe essere chiamata dall'accusa a testimoniare, segnando una delle prime volte in cui ha parlato pubblicamente della Chiesa dalla sua uscita nel 2012. Sembra che la figlia di Elvis sia stata tra le prime a essere informata dello stupro da parte di una delle vittime che conosceva personalmente.