Lei si difende: sono stata aggredita

Immagini shock dal Brasile: deputata bolsonarista insegue un uomo con in pugno una pistola

Due i video che circolano in queste ore in rete. In uno si vede Carla Zambelli che rincorre una persona di colore, nell'altro che punta l'arma anche contro alcune persone presenti in un bar dove il ragazzo braccato ha cercato aiuto

Immagini shock dal Brasile: deputata bolsonarista insegue un uomo con in pugno una pistola
screenshot video
deputata insegue uomo con la pistola

Immagini shock arrivano dal Brasile. Una deputata federale bolsonarista, Carla Zambelli, ha estratto una pistola mettendosi all'inseguimento di un uomo in uno dei quartieri più ricchi di San Paolo, nella regione di Jardins. Sui suoi social la deputata ha dichiarato di essere stata aggredita. 

L'episodio è documentato almeno da due video che circolano online. In uno di questi si vede un ragazzo correre verso la caffetteria mentre Zambelli e alcuni uomini lo inseguono. La parlamentare entra nel locale puntando la pistola contro l'uomo che le chiede: “Perchè mi vuoi uccidere?”.

Secondo la ricostruzione di un giornalista che si trovava sul posto, all'incrocio tra Joaquim Eugenio e Lorena, “il giovane in fuga stava urlando quando si è sentito uno sparo. L'uomo era a corto di fiato ed ha chiesto aiuto entrando nel bar”. In un altro video si vede Zambelli che punta l'arma contro i presenti all'interno del caffè fino a quando gli uomini che sono con lei immobilizzano il fuggitivo. 

Domenica scorsa l'ex deputato alleato di Bolsonaro, Roberto Jefferson, aveva resistito ad una esecuzione di arresto sparando cinquanta fucilate e lanciando due granate contro quattro agenti della polizia federale.

ll caso è avvenuto alla vigilia del secondo turno delle elezioni presidenziali. La Corte elettorale superiore (TSE) ha vietato, a settembre, il porto di armi da parte di collezionisti, tiratori e cacciatori il giorno delle elezioni, e anche nelle 24 ore precedenti e nelle 24 ore successive al giorno delle elezioni. Secondo la sentenza, “l'inosservanza del divieto comporterà l'arresto in flagranza di reato per detenzione abusiva di arma, fermo restando il corrispondente reato elettorale”.