Sciopero dei trasporti: un venerdì nero, disagi per chi deve volare

Nel settore aereo si incrociano le braccia per 24 ore. Ita Airways ha già cancellato 190 voli, Ryanair più di 600

Sciopero dei trasporti: un venerdì nero, disagi per chi deve volare
Ansa
Pendolari in metro

Giornata difficile per chi si deve spostare in tutta Italia, specie in aereo.

Bus e metro sono a rischio nei maggiori centri urbani anche se alcune fasce di orario sono state garantite a Roma, Milano, Napoli, Torino e altre città ancora. 

Si consiglia di controllare sul sito della mobilità proprio comune dato che durata e condizioni non sono gli stessi e variano a seconda della società erogatrice del servizio. 

A Roma, ad esempio, lo stop è solo per le linee periferiche dalle 8,30 alle 12,30, proclamato dal sindacato Usb tra i lavoratori del consorzio Roma Tpl e non riguarda le linee Atac (metro, bus, tram), cui servizio sarà garantito regolarmente.

A Napoli il servizio dei bus sarà garantito dalle ore 5.30 alle ore 8.30 e dalle ore 17.00 alle ore 20.00. Le ultime partenze saranno effettuate circa 30 minuti prima dell’inizio dello sciopero.

A Torino la Gtt ha reso noto che servizio urbano e suburbano funzionerà dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00.  Ma è previsto anche uno sciopero del personale del Gruppo Fs Intera Rete, dalle ore 9.01 alle ore 17.00.

Per quanto riguarda le ferrovie i disagi saranno limitati soprattutto in Veneto e in Friuli Venezia Giulia dalle 9 alle 17.

Ma il fronte più compatto di chi incrocia le braccia viene dal settore aereo dove lo scioperò durerà 24 ore “di tutto il personale Enav previsto per oggi venerdì 21 ottobre”, così la Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti in una nota. 

All'agitazione si aggiungono quella nazionale, sempre di 24 ore,  dei piloti e assistenti di volo Vueling,  indetta da Filt-Cgil e Uiltrasporti, e quella nazionale per l'intera giornata, dei lavoratori del trasporto aereo, proclamata dal sindacato di base Usb. 

“Ci scusiamo con tutti i passeggeri che potranno subire disagi a causa dello sciopero - continuano le tre sigle sindacali - ma l'atteggiamento di chiusura da parte di Enav nei confronti delle richieste dei lavoratori, rendono indispensabile questa azione di sciopero. Da troppo tempo attendiamo risposte concrete circa l'applicazione e l'evoluzione del piano industriale, l'adeguamento degli organici, l'organizzazione dei turni di lavoro e la definizione di tempistiche e contenuti del rinnovo del contratto. Per questo motivo - concludono le tre sigle sindacali -  continueremo a portare avanti le nostre rivendicazioni anche con altre azioni di protesta se necessario".

Prevista anche una manifestazione nazionale a Milano dall’Aeroporto di Linate mentre i lavoratori di Vueling organizzeranno un presidio a Fiumicino.  

L’Ente nazionale per l’aviazione civile ricorda tuttavia che durante gli scioperi ci sono le fasce orarie di tutela, dalle ore 7 alle 10 e dalle ore 18 alle 21, nelle quali i voli devono essere comunque effettuati.

A Fiumicino sono 150 le cancellazioni complessive in partenza che, tuttavia, non stanno facendo registrare ripercussioni come file ai banchi o attese, grazie all'informazione preventiva ai propri passeggeri da parte delle compagnie aeree, alla riprogrammazione di voli e alla riprotezione dei passeggeri sui primi voli utili. 

La compagnia Ita Airways  ha cancellato per tutta la giornata 190 voli, tra nazionali e internazionali, sull'intera rete  ed ha "attivato un piano straordinario per limitare i disagi dei passeggeri, informati, oltre che sul web,  5 giorni prima dell'agitazione odierna riprenotando sui primi voli disponibili il maggior numero possibile di viaggiatori coinvolti nelle cancellazioni: il 20% riuscirà a volare nella stessa giornata di oggi". 

A sua volta Ryanair - si legge nel sito della compagnia - ne ha cancellati più di 600 da e per l'Italia.   Nel dettaglio, risultano cancellati, tra gli altri,  voliLufthansa, Vueling, Brussels, KLM, Lufthansa, British, Iberia, Tap, Air France, Easy Jet, Sas, Finnair, Wizzair, Swiss, Norwegian. 

Alle 18 scatta la seconda fascia oraria protetta.