Shanghai

Cina, la Bbc denuncia: un nostro giornalista picchiato dalla polizia

Il giornalista della Bbc Edward Lawrence è stato filmato mentre veniva arrestato e malmenato dalla polizia cinese a Shanghai. Il governo cinese: "Non si era identificato come giornalista"

Un giornalista della Bbc sarebbe stato arrestato e picchiato dalla polizia a Shanghai mentre assisteva ad una protesta in piazza contro la politica zero Covid del paese. Centinaia di persone hanno manifestato nelle principali piazze cinesi.   

"La Bbc è estremamente preoccupata per il trattamento riservato al nostro giornalista Ed Lawrence, che è stato arrestato e ammanettato", ha dichiarato l'emittente in un comunicato.    

L'incendio mortale nel grattacielo nella provincia dello Xinjiang ha scatenato una protesta nazionale, con i manifestanti scesi in piazza in diverse città cinesi. Molti hanno incolpato il governo per le restrizioni Covid che hanno costretto le persone in casa e rallentato i soccorsi.

Questo è un post di una giornalista della Cnn che documenta il momento dell'arresto.

 

Secondo la Bbc, Lawrence, che lavora nel Paese come giornalista accreditato, è stato trattenuto per diverse ore, durante le quali è stato picchiato e preso a calci dalla polizia per poi essere rilasciato.    

"E' molto preoccupante che uno dei nostri giornalisti sia stato attaccato in questo modo mentre svolgeva il suo lavoro", si legge nel comunicato. "Non abbiamo ricevuto alcuna spiegazione ufficiale o scuse da parte delle autorità cinesi, al di là dell'affermazione dei funzionari che lo hanno poi rilasciato di averlo arrestato per il suo bene, nel caso in cui si fosse contagiato in mezzo alla folla", ha aggiunto la Bbc aggiungendo che "non riteniamo che questa sia una spiegazione credibile".

Governo cinese: non si era identificato come giornalista

 

L'arresto a Shanghai del reporter della Bbc Ed Lawrence, nell'ambito delle proteste contro le misure anti-Covid, è avvenuto "perché non si è identificato come giornalista" ha detto il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian.