25 novembre

Farnesina: Nessun paese ha raggiunto la parità di genere e l'eliminazione della violenza sulle donne

In una nota il Ministero degli Esteri italiano conferma l'impegno contro ogni discriminazione e più sforzi per garantire pari opportunità alle donne in Italia e nel mondo

Farnesina: Nessun paese ha raggiunto la parità di genere e l'eliminazione della violenza sulle donne
Getty
Donne e ragazze afghane aspettano in fila per essere curate presso la clinica sanitaria

''Nessun paese del mondo, ad oggi, può dire di aver raggiunto" la parità di genere e l'abolizione della violenza contro le donne. E' quanto afferma la Farnesina, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza maschile contro le donne, confermando l'impegno ad accrescere gli sforzi verso il raggiungimento di questi importanti traguardi. Un fenomeno drammatico che resta trasversale e che nessun stato civile sembra aver risolto del tutto.

"La difficile condizione femminile ma anche il talento, il coraggio e il contributo che le donne possono dare alla costruzione di società più inclusive e resilienti - sottolinea la Farnesina - è tema centrale in alcune delle crisi più gravi dell'attualità internazionale, dall'Afghanistan all'Etiopia, dall'Ucraina all'Iran''

La nota evidenzia come anche le conseguenze della pandemia da Covid-19, le guerre e le crisi protratte ''hanno aggravato le condizioni di vulnerabilità preesistenti e contribuito in modo sensibile all'innalzamento dei casi di violenza domestica e degli abusi'.

"La lotta contro ogni forma di discriminazione, violenza e abusi contro donne e ragazze è un impegno prioritario dell'azione di politica estera del nostro paese, che la Farnesina porta avanti sia sul piano diplomatico-negoziale sia attraverso iniziative di emergenza e di cooperazione allo sviluppo. Ne sono testimonianza le numerose campagne internazionali, come quelle per l'eradicazione delle mutilazioni genitali femminili (Mgf) e dei matrimoni precoci e forzati, che da sempre vedono l'Italia in prima linea'.

Donne in piazza a Roma contro la morte di Mahsa Amini in Iran LaPresse
Donne in piazza a Roma contro la morte di Mahsa Amini in Iran

La Farnesina aggiunge che ''i conflitti attualmente in corso in numerose aree del mondo dimostrano ancora una volta come, in situazioni di guerre ed emergenze, le donne e le ragazze siano particolarmente esposte al rischio di violenze e abusi. Di qui la necessità di continuare a rafforzare il nostro impegno, insieme a tutti gli attori della comunità internazionale, inclusa la società civile, per eradicare per sempre questi atti inaccettabili'. Parole che si aggiungono a quelle che ha usato il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione di questa giornata.

Infine, anche riguardo all'organizzazione interna dei metodi di lavoro, la Farnesina promuove pari opportunità di genere, attraverso l'aggiornamento dei metodi di lavoro e il benessere organizzativo, e ribadisce la necessità di valorizzare sempre, nel lavoro quotidiano, la concreta attuazione del principio costituzionale di uguaglianza, inteso sia come divieto di discriminazione, sia come promozione attiva di una parità effettiva. 

Ieri sera su iniziativa del governo italiano, Palazzo Chigi si è tinto di rosso con su scritti i nomi delle 104 donne vittime di femminicidio in Italia in un anno.