Adolescenza violata

Istat, le forme di violenza più gravi sono sulle ragazze

Il 53,4% delle violenze sessuali è commessa su una donna con meno di 16 anni

Istat, le forme di violenza più gravi sono sulle ragazze
GettyImages
Murale contro il femminicidio a Roma

Sono le ragazze con meno di 16 anni a subire maggiormente le violenze sessuali: sono il 53,4% delle denunce di stupro. È quanto sottolinea l'Istat in un'indagine in collaborazione con il Dipartimento per le Pari Opportunità sull'attività dei Centri Antiviolenza.   

Particolarmente critica la situazione delle donne più giovani: il 31,5% delle ragazze con meno di 16 anni ha temuto per la propria vita e oltre un quarto (26,7%) si è recato al Pronto soccorso. Inoltre, il 46% delle donne con meno di 16 anni è ad altissimo rischio.

Le violenze contro le ragazze sono nascoste e quasi sempre compiute da uomini che conoscono, i contesti in cui avvengono queste violenze sono proprio quelli in cui dovrebbero sentirsi più sicure: la casa e la famiglia, la scuola, la comunità di appartenenza. Hanno un significato ben preciso: quello di educare alla sottomissione. Attraverso lo stupro o la minaccia di stupro, le ragazze vengono educate a al ruolo da ricoprire come future donne, vengono educate all’obbedienza, vengono educate ad amare l’uomo violento accanto a loro.

 

Minaccia, stalking, violenza psicologica ed economica sono le forme di violenza più diffuse

Nell’indagine dell'Istat in collaborazione con il Dipartimento per le Pari Opportunità sull'attività dei Centri Antiviolenza, emerge anche che tra le donne che stanno affrontando il percorso di uscita dalla violenza, il 95,2% ha subito almeno una violenza tra minacce, persecuzioni, violenza psicologica e violenza economica, il 66,6% ha subito violenza fisica e il 19,8% violenza sessuale. Sono le donne tra i 30 e i 39 anni ad aver subito maggiormente violenza fisica (71,4%). La violenza sessuale riguarda invece in misura superiore le donne con meno di 16 anni (53,4%) e quelle dai 16 ai 29 anni (33,7%). 

Nella maggioranza dei casi le diverse forme di violenza si sommano tra loro: solo il 16% delle donne ha subito un solo tipo di violenza, il 27% ne ha subiti due e un altro 27% tre. È del 30% la quota di donne che hanno subito più di 4 tipi di violenza tra quelle indagate.   

Il 37,7% delle donne ha avuto paura che la propria vita o quella dei propri figli fosse in pericolo, il 17,9% si è rivolta almeno una volta al Pronto soccorso e il 3,4% è stata ricoverata in ospedale in conseguenza della o delle violenze subite. Elevatissimo il numero di casi in cui i figli assistono alla violenza subita dalla propria madre (72,6% delle vittime che hanno figli) e nel 21,4% dei casi i figli sono essi stessi vittima di violenza da parte del maltrattante. Inoltre, circa il16% delle vittime ha subito violenza durante la gravidanza.