I diritti calpestati nel Paese arabo

Qatar 2022, l'Organizzazione internazionale del lavoro denuncia: lavoratori migranti senza stipendio

A pochi giorni dall'inizio del torneo iridato si moltiplicano le denunce di operai rimasti senza retribuzioni, TFR e ferie non pagate

Qatar 2022, l'Organizzazione internazionale del lavoro denuncia: lavoratori migranti senza stipendio
Sean Gallup/Getty Images
Cantieri per i Mondiali in Qatar

Gli operai migranti impegnati nei cantieri per i Mondiali di calcio in Qatar lamentano il mancato pagamento degli stipendi

A 19 giorni dall’inizio del torneo iridato si moltiplicano le denunce relative a condizioni di lavoro critiche e non rispettose dei più comuni diritti ai danni dei lavoratori stranieri. 

Questa volta oggetto del contendere è soprattutto la mancata retribuzione. Secondo quanto riportato da due rapporti dell'Organizzazione internazionale del lavoro (ILO), tra ottobre 2021 e ottobre 2022 - attraverso una piattaforma online - sono state registrate 34.425 denunce, il doppio rispetto all'anno precedente. 

"Le principali cause di reclamo riguardano il mancato pagamento degli stipendi, del TFR e delle ferie annuali non concesse o pagate", ha affermato l'ILO. 

L'organizzazione aggiunge che il 66,5% di questi reclami è stato risolto in via extragiudiziale e il 30,7% in tribunale. Nell'84% dei casi, il giudice ha dato ragione al lavoratore

Va ricordato comunque che spesso le maestranze impiegate hanno pochissime risorse economiche e non possono neppure permettersi una vertenza.