Qatar 2022

Cnn: l'Iran ha minacciato le famiglie dei giocatori della nazionale

Dopo il rifiuto dei calciatori di cantare l'inno nazionale contro l'Inghilterra il 21 novembre

Cnn: l'Iran ha minacciato le famiglie dei giocatori della nazionale
Ap
La squadra di calcio iraniana

Le famiglie dei giocatori della squadra di calcio iraniana ai Mondiali in Qatar sarebbero state “minacciate di arresto e tortura se i giocatori non si comporteranno bene”, in vista della partita contro gli Stati Uniti: lo scrive la Cnn, citando "una fonte coinvolta nella sicurezza dei giochi".

In seguito al rifiuto dei calciatori iraniani di cantare l'inno nazionale nella loro partita di apertura contro l'Inghilterra il 21 novembre, la fonte ha detto che i giocatori sono stati convocati a un incontro con membri del Corpo delle guardie rivoluzionarie iraniane. In quell'occasione sarebbe stato detto loro che le loro famiglie avrebbero affrontato "violenze e torture" se non avessero cantato l'inno nazionale o se avessero aderito a qualsiasi protesta politica contro il regime di Teheran. I giocatori cantarono poi l'inno in occasione del secondo match del torneo contro il Galles, vinto per 2-0.

La fonte della Cnn, che sta monitorando attentamente l'attività delle agenzie di intelligence iraniane durante i Mondiali, ha riferito che decine di ufficiali dei Guardiani della Rivoluzione sono stati inviati in Qatar per controllare la squadra ed evitare incontri con cittadini stranieri. "C'è un gran numero di funzionari della sicurezza iraniani in Qatar che raccolgono informazioni e controllano i giocatori", ha detto la fonte. L'allenatore della nazionale iraniana, il portoghese Carlos Queiroz, si sarebbe invece incontrato separatamente con i funzionari dei Guardiani della Rivoluzione, dopo le minacce ricevute dai suoi giocatori.

Secondo quanto spiegato, inoltre, nella seconda partita del girone, vinta dall'Iran contro il Galles, "il regime ha inviato centinaia di finti sostenitori per creare un falso senso di sostegno tra i tifosi". "Per la prossima partita contro gli Stati Uniti, il regime ha in programma di aumentare significativamente il numero di attori a migliaia", ha detto la fonte.