Spagna

Arrestato un pensionato per le lettere bomba all'ambasciata ucraina a Madrid e al premier Sanchez

Le lettere tutte inviate dalla città di Burgos. La polizia: forse più persone coinvolte. L'anziano arrestato è molto attivo sui social

Arrestato un pensionato per le lettere bomba all'ambasciata ucraina a Madrid e al premier Sanchez
GettyImages
Sede dell'Ambasciata ucraina a Madrid

E' "un pensionato di 74 anni" il "presunto autore" di una serie di lettere-bomba inviate alla fine dello scorso anno all'ambasciata ucraina a Madrid e al primo ministro spagnolo Pedro Sanchez. L'anziano è stato arrestato a Miranda de Ebro, nel nord della Spagna, ha dichiarato la fonte, senza fornire ulteriori dettagli. 

Secondo gli inquirenti, le sei lettere-bomba, infatti, furono tutte inviate dalla città di Burgos, a nord di Madrid. Recapitate ai destinatari tra fine novembre e inizio dicembre scorsi.

L'addetto alla sicurezza dell'ambasciata Ucraina a Madrid riportò una lieve ferita alla mano destra quando aprì una delle lettere, destinata all'ambasciatore.

La polizia spagnola crede che il pensionato arrestato abbia "confezionato e inviato gli ordigni da solo", ma non esclude "la partecipazione o influenza di altre persone nei fatti": lo indicano fonti del ministero dell'interno. L'uomo arrestato, aggiungono le stesse fonti, è una persona "molto attiva sui social network" e con "conoscenze tecniche e informatiche". 

L'indagine per risalire al sospettato è stata "complessa e laboriosa", secondo quanto hanno aggiunto. "Tutti i fatti sono stati frutto di uno stesso modus operandi", ha detto da parte sua, in dichiarazioni alla stampa, il ministro dell'Interno, Fernando Grande-Marlaska.