Vertice a Bangalore, in India

G20 finanze spaccato sulla guerra: gran parte dei membri la condannano senza l'ok di Russia e Cina

Alla conclusione della riunione delle venti economie più industrializzate del mondo, viene fatta una sintesi dalla presidenza indiana (non appoggiata da Mosca e Pechino) senza il comunicato congiunto ufficiale. "Inammissibile l'uso di armi nucleari"

G20 finanze spaccato sulla guerra: gran parte dei membri la condannano senza l'ok di Russia e Cina
Ansa
La vicepresidente del governo spagnolo Nadia Calviño al G20 finanze in India

Il G20 finanze di Bangalore, in India, si conclude senza un comunicato finale ufficiale ma con una sintesi della presidenza di turno indiana, che ribadisce la condanna della guerra lanciata dalla Russia in Ucraina (già espressa a novembre a Bali), appoggiata da “gran parte dei Paesi membri” ma senza l'appoggio di Russia e Cina. Lo scrive l'agenzia Bloomberg.

Nel Chair's Summary and Outcome Document, che sostituisce il tradizionale comunicato congiunto, la presidenza indiana scrive – in due paragrafi non approvati da Mosca e Pechino – che “abbiamo visto, dal febbraio 2022, la guerra in Ucraina condizionare negativamente l'economia globale. C'è stata una discussione in merito. Abbiamo ribadito le posizioni nazionali espresse in altri forum, incluso il Consiglio di sicurezza dell'Onu e l'Assemblea generale” (che a maggioranza ha condannato l'invasione da parte della Russia, chiedendo la ritirata dal territorio ucraino, con 141 voti a favore, 7 contrati e 32 astenuti).

 

La guerra danneggia l’economia globale

“Gran parte dei membri – scrive ancora la presidenza del G20 – ha condannato con forza la guerra in Ucraina sottolineando che sta causando immense sofferenze ed esacerbando fragilità pregresse dell'economia globale. Tuttavia, prosegue la nota, nella riunione di Bangalore conclusa oggi “ci sono stati altri punti di vista e valutazioni della situazione e delle sanzioni. Riconoscendo che il G20 non è il Forum deputato a risolvere problemi relativi alla sicurezza, sappiamo tuttavia che le problematiche di sicurezza possono avere conseguenze significative per l'economia globale”.

 

Inammissibile l’uso delle armi nucleari

“È essenziale appoggiare il diritto internazionale e il sistema multilaterale che salvaguarda pace e stabilità”, in particolare la protezione dei civili e delle infrastrutture nei conflitti armati. Sul minacciato uso delle armi nucleari”, poi, il G20 finanze è netto, definendolo “inammissibile”.

Nel Chair's Summary and Outcome Document, infine, una luce di speranza sulle aspettative economiche mondiali del breve periodo: “Da quando ci siamo incontrati l'ultima volta a ottobre 2022, le prospettive economiche globali sono moderatamente migliorate” anche se “la crescita rimane bassa e restano rischi al ribasso, inclusa un'elevata inflazione, una ripresa della pandemia e condizioni finanziarie inasprite che potrebbero peggiorare le vulnerabilità sul debito di molte economie emergenti”.