Regno Unito

Re Carlo III in Francia e in Germania a marzo per il primo viaggio all'estero

Le relazioni tra i Paesi e l'impegno ecologista al centro della prima visita di Stato del sovrano e della regina consorte

Re Carlo III in Francia e in Germania a marzo per il primo viaggio all'estero
ap photo
Re Carlo III

Re Carlo III e la regina consorte Camilla si recheranno in Francia e poi in Germania dal 26 al 31 marzo per la loro prima visita di Stato per "celebrare il rapporto" tra il Regno Unito e questi due Paesi. Si tratta del primo viaggio all'estero di Carlo da quando è diventato Re l'8 settembre, giorno della scomparsa della Regina Elisabetta II.

Il re e la regina consorte saranno accolti a Parigi dal presidente Emmanuel Macron e signora il 26 marzo e si fermeranno fino al 29. È in programma anche una cena a Versailles. Poi si sposteranno a Berlino dove saranno ricevuti dal presidente Frank-Walter Steinmeier e dalla first lady tedesca per trattenersi in Germania sino al 31 marzo.

In Francia re Carlo parlerà ai senatori e ai membri dell'Assemblea nazionale francese: sarà il primo discorso di questo tipo da parte di un membro della famiglia reale britannica nella camera parlamentare francese. Lo stesso accadrà in Germania dove sarà il primo sovrano britannico a parlare al Bundestag.

In entrambi i Paesi sarà messo in primo piano l'impegno ecologista di Carlo III che il 28 marzo visiterà a Bordeaux le zone devastate dagli incendi la scorsa estate e visiterà un vigneto biologico. Ad Amburgo il re, appassionato di sviluppo sostenibile, parlerà di tecnologie green. 

Il viaggio

La prima visita di stato di Carlo III si svolgerà poche settimane prima della sua incoronazione, il 6 maggio, presso l'abbazia di Westminster e pochi giorni dopo la prima visita in Francia del capo del governo britannico Rishi Sunak, il 10 marzo. 

L'ultima visita del re nel Paese, da principe ereditario, risale al 2019, in occasione del 75° anniversario dello sbarco in Normandia. Il Times ha parlato del viaggio come di "un tentativo del Regno Unito di costruire ponti con i vicini europei post-Brexit".

Elisabetta II, madre di Carlo, ha compiuto cinque visite di Stato in Francia durante il suo regno. L'ultima volta nel 2014, in occasione del 70° anniversario dello sbarco partecipò a una toccante cerimonia sulle spiagge della Normandia accanto a 1.800 veterani e 18 capi di Stato e di governo, tra cui i presidenti americano e russo, Barack Obama e Vladimir Putin.

70° anniversario dello sbarco in Normandia, Elisabetta II, Barack Obama, Alberto di Monaco, Vladimir Putin (GettyImages)
70° anniversario dello sbarco in Normandia, Elisabetta II, Barack Obama, Alberto di Monaco, Vladimir Putin

L'ultima visita di Elisabetta II in Germania risale al 2015, sotto Angela Merkel.

La regina Elisabetta II e il principe Filippo depongono una corona di fiori nel sito dell'ex campo di concentramento di Bergen-Belsen in Germania gettyimages
La regina Elisabetta II e il principe Filippo depongono una corona di fiori nel sito dell'ex campo di concentramento di Bergen-Belsen in Germania

Con il marito, il principe Filippo, si era recata nell'ex campo di concentramento nazista di Bergen-Belsen, nel nord del Paese, anche se la visita più significativa della monarca nel Paese risale al 1965, fu il momento che suggellò la riconciliazione tra i due paesi dopo la seconda guerra mondiale. Alla morte di Elisabetta II, il cancelliere Olaf Scholz ha reso omaggio alla regina, definendola un "simbolo di riconciliazione".

La Regina Elisabetta II a Berlino nel 1965 Getty
La Regina Elisabetta II a Berlino nel 1965

L'annuncio del viaggio di Carlo e Camilla è stato rilanciato dalla presidenza francese, che ne ha parlato come di "un onore per la Francia", sottolineando sia i rapporti di fiducia fra re Carlo e Macron sia il valore "profondo della storica amicizia" fra il  Regno Unito e la Repubblica; nonché, in toni analoghi, dalla presidenza tedesca.

Come ha sottolineato il presidente Steinmeier nella sua nota, questo viaggio assume un significato speciale "perché il re ha deciso di venire prima della sua incoronazione", prevista per il 6 maggio prossimo. "Anche dopo la Brexit, in Germania e in Europa vogliamo avere relazioni strette e di amicizia con il Regno Unito", ha concluso.

Le due visite, concordate secondo il protocollo istituzionale con il governo di Rishi Sunak, arrivano a poca distanza dalla firma a Windsor nei giorni scorsi fra il primo ministro Tory e la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, di un accordo di revisione fra Londra e l'Ue del contestato protocollo post Brexit sull'Irlanda del Nord. 

Accordo criticato poi dal predecessore di Sunak, Boris Johnson, e la cui coda cerimoniale dell'udienza concessa dallo stesso Carlo III a von der Leyen non ha mancato di suscitare qualche polemica: per i timori denunciati da alcuni esponenti brexiteer della maggioranza di far apparire la cosa come una benedizione reale a un'intesa che mira a chiudere i contenziosi residui con Bruxelles; e come una sospetta interferenza politica ombra a favore del disgelo con l'Ue - costituzionalmente inappropriata - del sovrano.