A Voorschoten, sulla linea tra L'Aja e Amsterdam

Olanda, treno si schianta contro una gru: un morto e decine di feriti, alcuni sono gravi

Circa 50 le persone a bordo, è deragliato dopo aver urtato il mezzo che si trovava vicino ai binari, dove erano in corso dei lavori. Coinvolto anche un treno merci. Squadre di soccorso sul posto, allestito un ospedale di emergenza a Utrecht

Un morto e circa 30 feriti, alcuni gravemente: è questo il primo bilancio delle vittime coinvolte nel deragliamento di un treno a due piani avvenuto poco dopo le tre e mezza di questa notte in Olanda.

A bordo erano presenti almeno 50 viaggiatori.

A causare l'incidente, avvenuto a Voorschoten, cittadina di 23mila abitanti sulla linea fra Amsterdam e l'Aja, è stato lo scontro con una gru che si trovava vicino ai binari. Coinvolto anche un treno merci. 

L'ANP riferisce che a Utrecht è stato allestito un ospedale di emergenza.

Secondo quanto riportato dal sito di informazione olandese NRC Handelsblad sarebbero circa 20 le persone portate in ospedale. Decine i feriti soccorsi lungo i prati.

In un primo momento, i passeggeri che sono usciti da soli dai vagoni, sono stati ospitati nelle case e nelle fattorie vicine al luogo dell'incidente. 

"Abbiamo sentito un forte scoppio e improvvisamente le luci si sono spente", ha raccontato un viaggiatore che si trovava a bordo del treno. “Inizialmente non potevamo scendere dal treno perché non c'era elettricità”, ha spiegato l'uomo, visibilmente sotto shock, al telegiornale locale Omroep West.

La società statale ProRail, responsabile della manutenzione della rete ferroviaria, ha reso noto che in questi giorni erano in corso lavori sulle rotaie e che due dei quattro binari su quel percorso erano stati chiusi al traffico. 

Come riportato dal quotidiano Het Parool, la gru coinvolta nell'incidente appartiene alla società di costruzioni BAM, come anche confermato da un portavoce della società che però ha specificato "ma la nostra attrezzatura non è mai su un binario in servizio".

Il quotidiano NRC Handelsblad scrive che il treno merci, di proprietà della DB Cargo, era composto da 26 vagoni, nove dei quali trasportavano calce, mentre il resto era vuoto.

Dalle immagini si vedono chiaramente il vagone anteriore del treno passeggeri uscito dai binari, una carrozza ribaltata su un fianco, una terza sospesa su un piccolo fossato. Una di quelle posteriori ha preso fuoco: le fiamme sono state sedate dai vigili del fuoco accorsi sul posto.

 

“Un giorno nero per la rete ferroviaria olandese”, così John Voppen, amministratore delegato della società di rete ferroviaria Pro Rail, ha commentato la sciagura, interpellato dal quotidiano De Telegraaf.

"Come tutti, ho molte domande e vogliamo sapere esattamente cosa è successo", ha dichiarato l'amministratore delegato di NS, Wouter Koolmees. "È necessario condurre un'indagine approfondita. Al momento tutta l'attenzione è concentrata sul benessere dei nostri viaggiatori e colleghi".

Anche il re olandese Willem-Alexander e la regina Maxima hanno espresso il loro cordoglio. Un messaggio di vicinanza alle vittime anche dal primo ministro dei Paesi Bassi, Mark Rutte.

E' stato attivato il numero verde 088 269 00 00 per potersi mettere in contatto con i propri cari che, si teme, si potessero trovare a bordo del treno. 

Fino almeno alle 4 di oggi pomeriggio non viaggeranno treni in partenza da Leida: la società ferroviariaNederlandse Spoorwegen (NS) ha fatto sapere che non ci saranno per tutto il giorno collegamenti ferroviari. Il traffico ferroviario da Leida in direzione Utrecht, Haarlem e Schiphol, invece, verrà riattivato nella tarda mattinata.