Genova

L'assurda vicenda di Marzia Bettino, uccisa dal marito e poi seppellita in una fossa comune

Lo hanno scoperto i figli dopo aver ottenuto il via libera alla cremazione. La salma era a disposizione dell'autorità giudiziaria. Il sostituto procuratore che si era occupato del delitto farà accertamenti per capire cosa sia successo

L'assurda vicenda di Marzia Bettino, uccisa dal marito e poi seppellita in una fossa comune
TgR Liguria
Marzia Bettino è stata uccisa circa un anno fa dal marito, Sebastiano Cannella, dal quale si stava separando. La scorsa settimana il pm ha chiesto per l'uomo l'ergastolo escludendo però la premeditazione. La sentenza è prevista per il 28 aprile.

Prima uccisa dal marito e poi seppellita in una fossa comune all'insaputa dei figli. E' l'assurda vicenda di Marzia Bettino, la donna uccisa quasi un anno fa dal marito Sebastiano Cannella dal quale si stava separando. A scoprirlo sono stati i figli della coppia, assistiti dall'avvocato Francesco Del Deo che, dopo avere ottenuto il nulla osta per la sepoltura, hanno saputo che il corpo era stato trasferito da ottobre a Staglieno.

Il sostituto procuratore Federico Panichi, che si era occupato del delitto, dovrà adesso fare gli accertamenti per capire cosa sia successo e cosa non abbia funzionato nelle comunicazioni tra procura, medicina legale e servizi cimiteriali. La salma era a disposizione dell'autorità giudiziaria. I figli avevano chiesto e ottenuto il via libera alla cremazione a fine marzo. Ma quando nei giorni scorsi sono andati per procedere hanno fatto la macabra scoperta. La scorsa settimana il pm ha chiesto l'ergastolo per Cannella, escludendo però la premeditazione. La sentenza è prevista per il 28 aprile.