La Cina estromette la Russia dalla joint-venture per la costruzione dell’aereo CR929

Un contratto firmato nel 2014 con un investimento di 50 miliardi di dollari

La Cina estromette la Russia dalla joint-venture per la costruzione dell’aereo CR929
Youtube/New China Tv
Aereo CR929

La Cina ha completamente escluso la Russia dal progetto congiunto del velivolo CR929 lanciato nel 2017 come una joint-venture volta allo sviluppo del progetto dell'aereo di linea a fusoliera larga CR929, che avrebbe dovuto essere il primo per la Russia dall’epoca sovietica. Ora continuerà senza la partecipazione russa. Lo riporta il sito Air Current.

In precedenza è stato riferito che il destino del progetto non è chiaro, poiché la Cina vuole privare la Russia dei profitti sul mercato interno cinese, lasciandole solo una quota del 70% di altri mercati in cui dovrà competere con Airbus e Boeing.

La Russia aveva offerto propri produttori per i pezzi di ricambio, ma la Cina era interessata a produttori occidentali in grado di fornire maggiore affidabilità per i voli negli Stati Uniti e in Europa.

Alla fine di giugno 2022, il vice primo ministro russo Yuri Borisov aveva parlato della riduzione della partecipazione della Russia al progetto per la creazione dell'aereo CR929: "La Cina è sempre meno interessata ai nostri servizi".

Il presidente russo Vladimir Putin nel 2014 aveva firmato un accordo di cooperazione con la Cina per costruire il velivolo CR929 durante una visita a Pechino. Uno dei più grandi accordi tra Cina e Russia nel settore dell'aviazione. Il suo costo è stato stimato in 50 miliardi di dollari.

Il progetto è stato sviluppato da United Aircraft Corporation russa e China Commercial Aviation Corporation. Il primo volo del CR929 è previsto per il 2025 e la messa in servizio del modello è prevista per il 2028.

Nell'ambito delle sanzioni in risposta all'invasione militare russa dell'Ucraina, l'UE ha vietato la fornitura di velivoli e pezzi di ricambio alla Russia, nonché la loro manutenzione e assicurazione. Gli Stati Uniti hanno limitato l'esportazione di prodotti per l'aviazione e imposto sanzioni agli aerei di linea russi.