Il Papa: "Il 4 ottobre la pubblicazione della seconda 'Laudato Sì', che sarà un'esortazione"

Contrariamente a quanto si immaginava, il Pontefice non pubblicherà una nuova enciclica sull'ambiente: come ha precisato lui stesso, si tratterà di un'esortazione apostolica. Poi chiede di pregare per il viaggio in Mongolia, che comincia domani

Il Papa: "Il 4 ottobre la pubblicazione della seconda 'Laudato Sì', che sarà un'esortazione"
LaPresse

“Dopodomani, primo settembre, si celebra la Giornata mondiale di preghiera per la cura del Creato, inaugurando il tempo del Creato, che durerà fino al 4 ottobre. In quella data ho intenzione di pubblicare un'esortazione, una seconda Laudato Sì”. Lo ha annunciato papa Francesco al termine dell'Udienza generale del mercoledì, stamane in Vaticano.

La nuova parte della Laudato Sì, che il Papa aveva rivelato di star scrivendo il 21 agosto scorso durante una udienza in Vaticano a una delegazione di avvocati di Paesi membri del Consiglio d'Europa, non sarà dunque una nuova enciclica ma un'esortazione apostolica, e sarà pubblicata, ha detto oggi il Pontefice, in occasione della prossima festa di San Francesco d'Assisi. “Uniamoci ai nostri fratelli e sorelle cristiani nell'impegno di custodire il Creato come dono sacro del Creatore” ha proseguito Bergoglio. “È necessario schierarsi al fianco delle vittime delle ingiustizie ambientali e climatiche, sforzandosi di porre fine alla insensata guerra alla nostra casa comune, che è una guerra mondiale terribile. Esorto tutti voi a lavorare affinché essa abbondi nuovamente di vita” ha concluso il Papa.

 

“Domani in Mongolia, pregate per me”

“Domani pomeriggio partirò per il continente asiatico, per visitare i fratelli e le sorelle della Mongolia. Vi chiedo di accompagnarmi in questo viaggio con le vostre preghiere” ha poi chiesto Papa Francesco ai fedeli spagnoli al termine dell'Udienza generale, salutandoli nella loro lingua.

“Nella vostra patria siete in attesa dell'imminente beatificazione della famiglia Ulma. In molte parrocchie la novena, che inizierà dopodomani, sarà una preparazione spirituale all'evento” ha poi detto il Papa salutando i pellegrini polacchi. “L'esempio di questa famiglia eroica, che ha sacrificato la propria vita pur di salvare i perseguitati ebrei, vi aiuti a comprendere che la santità e i gesti eroici si raggiungono attraverso la fedeltà nelle piccole cose quotidiane”, ha aggiunto il Pontefice.

 

Udienza al patriarca di Gerusalemme, prossimo cardinale, Pierbattista Pizzaballa

Come comunica la Sala stampa della Santa Sede, Bergoglio ha ricevuto il (prossimo) cardinale Pierbattista Pizzaballa, O.F.M., patriarca di Gerusalemme dei Latini, e monsignor Vito Rallo, arcivescovo titolare di Alba, Nunzio Apostolico.