La preoccupazione per i rischi nucleari presso gli impianti della centrale

Allarme da Grossi: "Rischio incidenti a Zaporizhzhia resta alto: operazioni militari non lontane"

Il direttore generale dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica: "Non direi che la probabilità di un incidente nucleare sia bassa, dato che è una zona di guerra". "Sono molto prudente a riguardo", così ai giornalisti all'Onu

Allarme da Grossi: "Rischio incidenti a Zaporizhzhia resta alto: operazioni militari non lontane"
Kazuhiro NOGI / AFP
Rafael Mariano Grossi in conferenza stampa a Tokio

Resta "molto prudente", e non esclude la probabilità di un incidente nucleare nella centrale atomica più grande d'Europa, e cioè Zaporizhzhia: così Rafael Grossi, il direttore dell'Aiea, l'agenzia atomica internazionale, ha detto ai giornalisti a margine della 78esima sessione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Video: Tajani all'Onu: "A Zaporizhzhia rischio nuova Chernobyl"

Grossi: "Rischi restano alti"
Il direttore generale Aiea ha dichiarato che i rischi di un incidente presso la centrale nucleare restano alti: "Non direi che la probabilità di un incidente nucleare sia bassa, dato che è una zona di guerra", così Grossi, intercettato dai cronisti presenti all'Onu. 

"Le operazioni militari non lontane dall'impianto"
"Quindi - ha continuato - non vorrei fare congetture sul fatto che la probabilità di un incidente sia bassa perché allora potrebbe succedere qualcosa, perché le operazioni militari non sono lontane dall'impianto, e in passato abbiamo avuto anche situazioni di blackout". 
 

"Quindi sono molto prudente a riguardo", ha concluso Grossi parlando con i giornalisti, a margine della 78esima sessione dell'Assemblea Generale.

Rafael Grossi Twitter/@rafaelmgrossi
Rafael Grossi

Lavrov, cooperiamo con l'Aiea, contro le minacce di Kiev a Zaporozhzhia

Subito dopo l'incontro con i giornalisti, un meeting con il ministro degli esteri russi Lavrov, che ha dichiarato che “La Russia è pronta a continuare la sua cooperazione con l'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) al fine di frenare le minacce poste alla centrale nucleare di Zaporozhzhia da parte di Kiev”. Durante l'incontro - così nel comunicato ufficiale russo - Lavrov e Grossi ”si sono scambiati opinioni sugli ambiti chiave del lavoro dell'Agenzia. Si è discusso in dettaglio anche della sicurezza presso la centrale nucleare di Zaporozhzhia. La parte russa ha ribadito il proprio impegno a collaborare ulteriormente con l'Agenzia al fine di ridurre le minacce poste dal regime di Kiev" all'impianto nucleare, si legge nella dichiarazione.
 

 

 

Il ministro degli Esteri russo ha inoltre "osservato che l'uso di armi all'uranio impoverito che l'Occidente ha fornito a Kiev può causare un effetto devastante a lungo termine".