Nuova perturbazione con venti da Sud

Maltempo, allerta rossa per l'Appennino emiliano. Arancione su altre 6 regioni

In arrivo venti molto forti su Liguria, Emilia-Romagna, Lazio e Sicilia. Il flusso ventoso prevalente è di Scirocco, quindi carico di umidità e calore: il rischio è la piena dei corsi d'acqua di montagna. Toti: "In Liguria 36 ore complicate"

Maltempo, allerta rossa per l'Appennino emiliano. Arancione su altre 6 regioni
localteam
Maltempo

Ci risiamo. Una nuova perturbazione, carica di energia perché dovuta a venti meridionali caldi e umidi, mette a rischio le infrastrutture fragili del nostro Paese: in particolare nelle aree dell'appennino settentrionale.

Lo stato attuale è di allerta rossa per possibili frane e piene dei corsi minori per la giornata di oggi, lunedì 30 ottobre, in tutto l'Appennino emiliano, in particolare nei territori di montagna delle province di Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena e Bologna. 

Sempre per frane e piene, l'allerta è invece arancione nella bassa collina e nella pianura delle stesse province; arancione per temporali e vento anche sulla pianura romagnola e sull'area appenninica centro-orientale della regione, nelle province di Forlì-Cesena e Rimini. In tutto il resto dell'Emilia-Romagna vige l'allerta gialla. 

Si prevede anche una generale intensificazione dei venti, con raffiche di burrasca moderata fino ai 75 chilometri all'ora sulla pianura romagnola e sull'Appennino occidentale, mentre sul versante centro-orientale delle montagne potranno arrivare a sfiorare i 90 chilometri all'ora. Questi forti venti comporteranno anche mare agitato al largo della costa di Ferrara, dove sono previsti anche fenomeni di ingressione marina e di erosione del litorale.

Temporali su Venezia

La Protezione civile, sulla base dei dati del Servizio meteorologico del Centro funzionale decentrato della Regione Veneto, ha diramato un'allerta maltempo per precipitazioni diffuse da oggi fino alla prima parte della giornata di domani, martedì 31 ottobre. Il Comune di Venezia sottolinea che le precipitazioni diffuse avranno anche carattere di rovescio o temporale. Ci sarà vento forte sulla costa.

Allerta gialla in 6 regioni

Un intenso flusso meridionale, caratterizzato da correnti umide e instabili, è in transito sulla nostra Penisola, intensificandosi nella notte con precipitazioni da sparse a diffuse, anche temporalesche di forte intensità e persistenza, dapprima su Liguria di Levante, alta Toscana ed Emilia-Romagna occidentale, in estensione su Nord-Est e Lombardia. Nel contempo la ventilazione di scirocco tenderà a rinforzare ulteriormente su gran parte del Paese e in particolare sui settori adriatici settentrionali, al Centro e sulla Sicilia. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse che prevede precipitazioni da sparse a diffuse, anche temporalesche con caratteristiche di persistenza, dalla mattinata di domani, lunedì 30 ottobre, su Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia Autonoma di Trento e Provincia Autonoma di Bolzano. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e l'assessore alla Protezione civile Giacomo Giampedrone alla Sala operativa unificata permanente della Protezione civile regionale Ansa/Protezione Civile
Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e l'assessore alla Protezione civile Giacomo Giampedrone alla Sala operativa unificata permanente della Protezione civile regionale

Liguria, “36 ore complicate”

Saranno 36 ore complesse dal punto di vista idrogeologico quelle che attendono la Liguria, in particolare nel Levante. 
La protezione civile ha emesso un'allerta gialla su tutta la Regione dalle 21 di ieri sera, divenuta arancione per temporali e piogge sul centro fino alle 20 di oggi e sulla costa e nell'entroterra del Levante fino alla mezzanotte di stasera.

“Ci aspettano 36 ore complicate: è possibile che domani l'allerta arancione diventi qualcosa di più preoccupante”, dichiara il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti: “Invitiamo tutti alla massima prudenza e a seguire gli aggiornamenti che saranno diffusi sui canali di comunicazione della Regione e di Arpal, evitando tutti gli spostamenti non necessari e tenendo sempre bene a mente che l'arancione è il massimo grado di allerta per temporali”.

L'assessore alla Protezione civile di Regione Liguria, Giacomo Giampedrone, nel punto stampa sul fronte di maltempo atteso in Liguria, ha detto che "la situazione meteo è complessa anche nelle regioni vicine, segno che il quadro previsionale per le prossime ore è condiviso da molti territori: la Toscana è in allerta arancione, l'Emilia Romagna è in allerta rossa per frane nell'area al confine con la Liguria". "Se si dovesse innalzare l'allerta - conclude l'assessore - lo faremo nei tempi più consoni perché questi territori possano prepararsi. Per tutta la durata dell'allerta la nostra sala operativa di protezione civile sarà attiva, con i Vigili del fuoco e i nostri volontari e operatori pronti a monitorare costantemente l'evolversi della situazione".