Dal piccolo schermo alla realtà: gli attori di Fauda si mobilitano per il loro paese

Diversi gli appelli sui social per esprimere lo sdegno per quanto sta accadendo. Lior Raz, protagonista della serie che racconta le forze speciali di Tel Aviv, posta un video da Sderot sotto i missili

Dal piccolo schermo alla realtà: gli attori di Fauda si mobilitano per il loro paese
Netflix
Scena tratta dalla serie Tv "Fauda"

Dalla finzione alla realtà il passo è brevissimo. Lo sanno bene gli sceneggiatori e gli attori di Fauda, la fortunatissima serie israeliana che ha fatto conoscere al mondo come funziona la complessa macchina dell’intelligence di Tel Aviv. Basti pensare che l’attore protagonista della serie Lior Raz è lui stesso un ex agente delle forze speciali e, dopo una parentesi come body guard di Arnold Schwarzenegger, ha scoperto la sua passione per il cinema è si è gettato a capofitto nella recitazione.

 

Adesso l’attore, che nella serie interpreta il tormentato agente infiltrato Doron, oggi è in prima linea a Sderot per dare una mano alle famiglie bombardate dai missili di Hamas.

In un messaggio su Instagram ha espresso il suo dolore per quanto sta succedendo e ha offerto il suo aiuto in prima persona per affrontare il momento terribile che il suo paese sta vivendo.

 

 

Scena tratta dalla serie Tv "Fauda" Netflix
Scena tratta dalla serie Tv "Fauda"

Fauda (che significa confusione, caos) è una serie che racconta le vicende di un gruppo di agenti scelti dello Shin Bet esperti in operazioni sotto copertura a Gaza. Sono tutti addestratissimi e letali, parlano un arabo perfetto e grazie a questa caratteristica sono in grado di infiltrarsi nei gruppi terroristici e di compiere le loro azioni. 

Le riprese della quinta stagione si sono fermate, proprio a causa di quello che sta succedendo in Israele. E alcuni attori della serie si sono già arruolati nell’esercito e sono tornati in prima linea.

 

 

 

Lior Raz Getty
Lior Raz

In un post su Instagram un altro degli attori della serie, Tomer Capone che interpreta Boaz nella prima stagione, ha affermato che il suo paese è sotto attacco e con le lacrime agli occhi ha espresso il suo dolore per la strage di civili e per le persone prese in ostaggio durante l’attacco.

 

 

Scena tratta dalla serie Tv "Fauda" Netflix
Scena tratta dalla serie Tv "Fauda"

La serie è straordinariamente realistica (nella terza stagione ad esempio due giovani israeliani vengono rapiti da Hamas) e dipinge alla perfezione non solo le atmosfere di tensione in cui vivono israeliani e palestinesi ma anche i sentimenti contrastanti e i conflitti interiori che animano i personaggi che si trovano a combattere su sponde opposte. Tanto che non è possibile fare una distinzione netta tra buoni e cattivi: torti e ragioni sono equamente distribuiti in quello che, tirando le somme, è un ritratto quanto mai realistico del conflitto che da decenni insanguina quella terra.