La tornata elettorale

Le elezioni in Alto Adige, la “tedesca” Volkspartei al 34%, al minimo storico

Difficile la formazione di una nuova maggioranza, servirà un accordo di programma. Si registra il crollo della Lega e la bocciatura dell’intero governo provinciale uscente

Le elezioni in Alto Adige, la “tedesca” Volkspartei al 34%, al minimo storico
Ansa
Elezioni provinciali Bolzano

Fanno il pieno di voti nella Provincia Autonoma di Bolzano - Alto Adige le destre di lingua tedesca e per liste anti-immigrati e no-vax. Fratelli d'Italia sorpassa la Lega. L'SVP scende al 34%, i Freiheit raddoppiano i voti e sono il terzo partito dopo il Team K. Tra gli italiani crolla la Lega, FdI sale ma non arriva alle due cifre. Si fa complicato arrivare a una maggioranza e a una giunta.


La molto chiacchierata alleanza con la destra italiana (Lega e Fratelli d'Italia) si ferma a 16: servirebbe un ulteriore partito, forse dall'area tedesca.
Verdi e Team K sono meno appetibili per la Stella Alpina perché non hanno eletto consiglieri italiani fra le loro fila e non potrebbero fornire dunque l'assessore italiano previsto (obbligatoriamente) dallo statuto di autonomia.

Il governatore Arno Kompatscher ha perso la metà dei voti. Ora un governo provinciale con Svp è possibile attraverso un accordo di programma.

La Provincia Autonoma di Trento conferma Maurizio Fugatti alla presidenza

La ripartizione dei seggi

  • L'SVP scende da 15 a 13 seggi
  • Il Team K scende da 6 a 4 seggi
  • Südtiroler Freiheit sale da 2 a 4 seggi
  • I Verdi, pur avendo guadagnato parecchio in termini percentuali, conservano 3 seggi senza guadagnarne
  • Fratelli d'Italia guadagna un seggio, passando da 1 a 2
  • I Freiheitlichen, nonostante il calo, conservano 2 seggi
  • Il Pd manca l'obiettivo di riconquistare il secondo consigliere e resta con 1 seggio
  • La Lega, nonostante l'alleanza con Uniti per l'Alto Adige, crolla da 4 seggi a 1
  • Jürgen Wirth Anderlan fa il suo ingresso in consiglio provinciale con 2 seggi
  • Gli altri nuovi arrivati, Für Südtirol mit Widmann, La Civica e Vita, conquistano un seggio ciascuno

Restano fuori dal consiglio Centro Destra, Enzian, Forza Italia e il Movimento 5 Stelle

Solo 5 consiglieri italiani


Sono solo 5 i consiglieri del gruppo etnico italiano eletti in consiglio. Infatti, salvo contestazioni o errori, né il Team K né i Verdi sono riusciti a eleggerne uno (nel caso dei Verdi Sabine Giunta è stata superata da Zeno Oberkofler per 129 preferenze ed è prima dei non eletti, mentre nel caso del Team K il più votato degli italiani, Davide Perasso, è ben lungi dalla zona elezione).

Gli unici italiani sono i due di Fratelli d'Italia (Marco Galateo e Anna Scarafoni), Christian Bianchi eletto con La Lega - Uniti per l'alto Adige, Angelo Gennaccaro eletto con La Civica e Sandro Repetto rieletto col PD.

Sara quindi sufficiente un unico assessore italiano in Giunta per rispettare le regole

Fratelli d'Italia: "Abbiamo triplicato i voti, ma il gruppo italiano in generale è andato male"

Arno Kompatscher: “Il risultato del voto italiano, nel complesso, tra i peggiori nella storia del consiglio provinciale”