Confini

Migranti, Piantedosi al Comitato per ordine e sicurezza: "Impugneremo la sentenza di Catania"

Il vertice si è tenuto a Imperia, alla presenza del sindaco Scajola e dei rappresentanti di Polizia e Carabinieri. Il ministro dell'Interno si era recato in mattinata a Ventimiglia per incontrare il sindaco

Migranti, Piantedosi al Comitato per ordine e sicurezza: "Impugneremo la sentenza di Catania"
rainews
Conferenza stampa ministro Piantedosi

Il ministro dell'Interno Matteo Piantedosi si è recato a Imperia e ha incontrato, in privato, l'ex ministro dell'Intero Claudio Scajola oggi sindaco e presidente della Provincia. Dopo l'incontro si è tenuto il Comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza sull'emergenza migranti. 

Nel punto stampa Piantedosi ha detto: "Realizzeremo un Cpr in Liguria, ma non sarà a Ventimiglia". Il ministro ha precisato che sono previste misure compensative per i luoghi particolarmente gravati dalla presenza di migranti irregolari, come ad esempio raccolte speciali di rifiuti. 

E poi ha risposto a una domanda dei giornalisti sul discusso provvedimento della giudice di Catania che non ha convalidato i trattenimenti di tre migranti e che era stata già criticata dalla presidente del Consiglio Meloni: "Ci sono le condizioni per impugnare la sentenza di Catania. Dalla lettura dell'atto siamo convinti che abbiamo ragioni da sostenere".

Rispetto ai rapporti con la Francia Piantedosi ha detto: "Sono ottimi. E non penso che tutelando i suoi confini voglia ledere gli interessi dell'Italia. Negli ultimi tempi ci troviamo sulla stessa posizione. Penso che prevenendo le partenze l'Europa possa tutelare meglio i suoi confini. E se ci fosse un'adeguata prevenzione delle partenze avremmo meno problemi a Ventimiglia". 

Nel Comitato anche il prefetto, il questore e il sindaco oltre ai vertici delle forze dell'ordine e dei carabinieri. 

Questa mattina alle 10 Piantedosi è stato a Ventimiglia, città di confine con la Francia dove il governo vorrebbe installare uno dei nuovi Centri per il Rimpatrio previsti dalla nuova normativa

Accompagnato dalla scorta è entrato in Comune per un incontro riservato con il sindaco Flavio Di Muro. Quest'ultimo, esponente della Lega, poi ho esplicitato la preoccupazione degli abitanti per la presenza di migranti irregolari in città: "I cittadini chiedono non tanto un Cpr o questioni giuridiche difficili da spiegare, ma che siano allontanate dalla città persone irregolari, che di giorno e di notte compiono risse, delinquono, non vogliono integrarsi e rifiutano l'accoglienza e per questo ci sono gli ordini di allontanamento ed espulsione che oggi sono lettera morta: perché in questo Paese e in questa realtà territoriale mancano i Cpr, che danno la possibilità a un sindaco che ha la necessità di garantire la sicurezza urbana di allontanare persone che la stessa sicurezza urbana vanno a infrangere".

"Poi - ha aggiunto il sindaco - il primo provvedimento che ho firmato è il Pad di assistenza a minori, famiglie, donne e soggetti vulnerabili. In previsione dell'inverno serve anche un centro specifico, una struttura adeguata per raccogliere chi si fa identificare. Per dare un minimo di assistenza e accoglienza servono strutture diversificate per evitare bivacchi e situazioni di illegalità".

Piantedosi è stato contestato da alcune decine di abitanti con striscioni. 

Protesta a Ventimiglia per l'arrivo del ministro Piantedosi ansa
Protesta a Ventimiglia per l'arrivo del ministro Piantedosi