Urne aperte

Si vota in Trentino-Alto Adige e Foggia. A Monza le suppletive per il seggio vacante di Berlusconi

Trento e Bolzano, le province autonome alle urne per eleggere i governatori. In Lombardia 55 comuni dovranno scegliere il senatore che rimpiazzerà lo scranno di Berlusconi. Foggia al voto dopo lo scioglimento della Giunta comunale

Si vota in Trentino-Alto Adige e Foggia. A Monza le suppletive per il seggio vacante di Berlusconi
La Presse
Seggi elettorali

Urne aperte in Trentino-Alto Adige, dove gli elettori sono chiamati a rinnovare i consigli provinciali e i presidenti delle due province autonome di Trento e Bolzano. Ci sarà anche il primo test elettorale per Forza Italia e di riflesso per gli altri partiti della maggioranza di governo. Nella provincia di Monza e Brianza i cittadini sono chiamati alle urne per le elezioni suppletive del collegio del Senato rimasto vacante dopo la morte di Silvio Berlusconi. Negli stessi giorni a Foggia si vota per le elezioni comunali, dopo il commissariamento per infiltrazioni o condizionamenti mafiosi.

Elezioni in Trentino-Alto Adige

Lo statuto speciale della Regione prevede che i membri dei due consigli provinciali (35 a testa, compresi i presidenti) ricoprano anche la carica di consigliere regionale del Trentino Alto Adige. Alla prima seduta eleggeranno il presidente della regione che per i primi due anni e mezzo sarà espressione del gruppo dei consiglieri di lingua italiana e per i successivi due anni e mezzo di quelli di lingua tedesca.

Sono sette i candidati presidenti in lizza per la carica più alta di Palazzo Trentini. Maurizio Fugatti è il presidente uscente della Provincia di Trento. Leghista, è sostenuto dalla maggioranza di centrodestra che governa il Paese: Fratelli d'Italia, Forza Italia, Udc e da diverse liste civiche: Noi Trentino, Patt, Fassa e La Civica. Il candidato della coalizione di centrosinistra è Francesco Valduga, medico chirurgo e già sindaco di Rovereto, sostenuto da Pd, Azione, Italia viva, Campo Base, Casa Autonomia, Alleanza Verdi e Sinistra e Fascegn. Alex Marini è il candidato presidente di M5s dopo che è sfumata l'alleanza con il centrosinistra. Sergio Divina, ex parlamentare e consigliere leghista, negli ultimi mesi è entrato in contrasto con il presidente Fugatti ed è uscito dal Carroccio. È sostenuto da diverse liste civiche: Noi con Divina presidente, Alternativa popolare, Giovani per Divina presidente. Francesco Degasperi, insegnante e musicista, è sostenuto da tre liste civiche: La me val- Primiero vanoi mis, Onda e Unione Popolare. Elena Dardo, insegnante e musicista, è sostenuta dal movimento Alternativa nato dalla scissione dal M5s ai tempi del governo Draghi. Marco Rizzo, ex parlamentare di Rifondazione Comunista, è sostenuto dal partito Democrazia sovrana e popolare.

Bolzano

Il Consiglio provinciale è eletto con sistema proporzionale. Il presidente della provincia non viene eletto direttamente dalle urne ma dal consiglio provinciale, con votazione per appello nominale e a maggioranza assoluta. La Giunta è composta da almeno sette e al massimo dieci persone, oltre al presidente. La legge elettorale stabilisce anche che deve essere garantita l'elezione di almeno un candidato appartenente al gruppo linguistico ladino. Nella tornata elettorale di domenica sono state ammesse 16 liste, sette autonomiste, tra cui la Svp Südtiroler Volkspartei, guidata da Arno Kompatscher, presidente della Provincia Autonoma di Bolzano dal 2014 e che punta al tris.

Le altre liste sono Enzian Sudtirol, Jwa, Vita, Die Freiheitlichen, Fur Südtirol Mit Widmann, Stf Südtirol Freiheit, Team K, Centro Destra, La Civica, Verdi Grüne Vërc. Tutti presenti i partiti nazionali da Fratelli d'Italia alla Lega, da Forza Italia al Pd e al Movimento 5s. Non si sono presentate Alleanza Verdi e Sinistra, Azione e Italia Viva.

Adriano Galliani Getty Images
Adriano Galliani

Suppletive di Monza e della Brianza

Oggi 22 ottobre e domani 23 ottobre, rispettivamente dalle 7 alle 23 e lunedì dalle 7 alle 15, si vota per l'elezione suppletiva del Senato nel collegio uninominale n. 6 della Regione Lombardia. Si tratta del seggio senatoriale che fu di Silvio Berlusconi e che comprende tutti i 55 Comuni della Provincia di Monza e della Brianza. Lo scrutinio avrà inizio subito dopo la chiusura dei seggi. Sono in corsa Adriano Galliani per il centrodestra, vicino alla famiglia Berlusconi, sostenuto dai partiti al governo, Marco Cappato per il centrosinistra, Cateno De Luca per Sud chiama Nord e altri cinque candidati: Massimiliano Lillo Musso, Giovanna Cappelli, Andrea Brenna, Domenico Di Modugno e Daniele Giovanardi.

Comune di Foggia

Oggi e domani i foggiani saranno chiamati a rieleggere il proprio Sindaco, e i 32 consiglieri comunali, dopo oltre trenta mesi dallo scioglimento per infiltrazioni o condizionamenti mafiosi dell'ultimo Consiglio comunale e oltre due anni di commissariamento. Il centrodestra candida Raffaele Di Mauro sostenuto da cinque liste, il centrosinistra propone Maria Aida Piscopo che può contarne su dieci. I seggi saranno aperti dalle 7 alle 23 di domenica e dalle 7 alle ore 15 di lunedì. L'eventuale turno di ballottaggio avrà luogo nei giorni di domenica 5 e lunedì 6 novembre 2023.