Lo slogan è stato "dal fiume al mare"

A Londra una marea umana a sostegno del popolo palestinese

Nella capitale anche la contro manifestazione organizzata da attivisti di estrema destra. Scontri con la polizia, 82 arresti

Lo slogan "dal fiume al mare", che  auspica la creazione di uno Stato palestinese dal Giordano al  Mediterraneo, è stato scandito durante la manifestazione a favore del popolo palestinese che si è tenuta a Londra e che ha visto la  partecipazione di oltre 800 mila persone. Lo ha riferito la Bbc,  ricordando che la ministra britannica dell'Interno, Suella Braverman,  aveva precedentemente invitato i capi della polizia a interpretare  queste parole come "un'espressione di volontà violenta di vedere  Israele cancellato dal mondo". Tra gli slogan lanciati dai  manifestanti, ha aggiunto la Bbc, figurano anche "cessate il fuoco  ora", "Sunak vergognati" e "Starmer vergognati".

“Siamo più di 800.000 qui oggi e il numero potrebbe arrivare a un milione. Questa è la seconda marcia più grande della storia britannica", ha dichiarato una delle organizzatrici dal palco allestito a Nine Elmsa a poca distanza dall’ambasciata statunitense nella capitale inglese.

A inizio giornata, i media hanno riferito che si sono verificati scontri tra membri di gruppi di estrema destra, che hanno inscenato una contro-protesta, e agenti di polizia nel centro della capitale, mentre gli attivisti cercavano di raggiungere il monumento ai caduti del Cenotafio, dove si stavano svolgendo eventi per il Remembrance Day (Giorno della Memoria). "Gli agenti hanno arrestato 82 persone a Tachbrook Street, Pimlico, per prevenire una violazione della pace. Fanno parte di un grande gruppo di manifestanti che abbiamo monitorato e che hanno cercato di raggiungere la marcia di protesta principale", ha scritto la polizia su X.