Qualificazioni Euro 2024

Italia-Macedonia del Nord 5-2, gli azzurri rischiano ma passano all'Olimpico con autorità

Le realizzazioni: Darmian al 17’, Chiesa al 40’ e al 45+3, Atanasov al 52’ e al 74’, Raspadori all’81, El Shaara al 90'+3. Gli uomini di Spalletti scacciano i fantasmi dell'eliminazione ai mondiali e raggiungono l'Ucraina a quota 13

Gli uomini di Spalletti si affermano con decisione sulla Macedonia del Nord per 5-2 nella penultima partita di qualificazione agli Europei 2024.

Le realizzazioni: Darmian al 17’, Chiesa al 40’ e al 45+3, Atanasov al 52’ e al 74’, Raspadori all’81, El Shaara al 90'+3.

Prima frazione di gioco dominata dagli azzurri che sono andati avanti con Darmian e poi hanno trovato nel finale una doppietta con Chiesa. In mezzo il rigore sbagliato da Jorginho che continua con la sua maledizione dagli 11 metri. Ospiti che non si sono mai visti se non con una sortita iniziale di Elmas murato da un difensore, per il resto Donnarumma è rimasto inattivo. L'Italia chiude in vantaggio per 3-0 il primo tempo contro la Macedonia del Nord.

Nel secondo tempo l'Italia continua a dominare ma soffre e si smarrisce per 20 minuti nei quali la Macedonia del Nord accorcia le distanze fino al 3-2, poi le reti di Raspadori e di El Sharaawi blindano il risultato.

Match fondamentale, gli Azzurri cercavano i tre punti per poi andarsi a giocare il tutto per tutto sul campo neutro di Leverkusen contro l'Ucraina, la quale arriverà allo scontro diretto senza avere altre partite nelle gambe.

Le formazioni:

Italia (4-3-3) - Donnarumma; Darmian, Gatti, Acerbi, Dimarco; Barella, Jorginho, Bonaventura; Berardi, Raspadori, Chiesa. Ct: Spalletti.

Macedonia del Nord (4-2-3-1) - Dimitrievski; Manev, Serafimov, Musliu, Dimoski; Elezi, Ademi; Alioski; Bardhi, Elmas; Miovski. Ct: Milevski.

Nel percorso di qualificazione al torneo continentale l'Italia, era reduce nelle ultime tre partite, dalla sconfitta per 3-1 a Wembley dall'Inghilterra, la vittoria casalinga per 4-0 contro Malta, il successo con l’Ucraina (2-1) 

La partita (primo tempo)

Partono bene gli Azzurri in un Olimpico gremito con oltre 55mila spettatori ma al 3’ un fallo molto duro di Dimoski su Chiesa lascia a terra molto dolorante lo juventino.

Al 5' la Macedonia prova a farsi vedere in attacco con un lancio lungo, ma Gatti anticipa Elmas di testa.

Chiesa non sembra essersi ripreso e al 7’ prova a calciare da appena fuori area. Il tiro però è centrale ed il portiere blocca senza problemi. 

Al 13' verticalizzazione di Jorginho per Raspadori che segna l'1-0, ma l'attaccante del Napoli era partito in leggero offside. Gol annullato ed il Var conferma.

Pochi secondi dopo il quarto d’ora scambio Bonaventura-Chiesa con l'esterno della Juve che calcia da ottima posizione. Il portiere macedone salva in angolo.

L’Italia passa in vantaggio sugli sviluppi del corner al 17’: combinazione dalla bandierina tra Raspadori e Dimarco, sbuca Darmian sul secondo palo e di testa batte Dimitrievski.

Alla mezz’ora Chiesa vicino al gol. Manovra degli azzurri con Bonaventura per il destro di Chiesa che viene deviato in corner ma lo juventino era in fuorigioco.

Al 38' c’è un fallo di braccio Serafimov in area sul colpo di testa di Gatti e per l'arbitro è rigore.

Prova a trasformare il penalty al 40’ Jorginho che però trova l’opposizione del portiere Dimitrievski che respinge.

Un minuto dopo l’Italia trova il raddoppio. Jorginho conduce l’azione offensiva, poi il rimpallo e il tacco di Barella che favorisce il tiro dalla distanza di Chiesa che calcia un pallone angolato.

Al terzo minuto di recupero del primo tempo gli Azzurri segnano il terzo gol. È doppietta personale di Chiesa che brucia nello scatto Manev, poi prova il tiro a giro che viene deviato dallo stesso Manev, con il pallone che diventa imprendibile per Dimitrievski.

Italia vs Macedonia del Nord - Qualificazioni Euro 2024, 3-0 raiuno
Italia vs Macedonia del Nord - Qualificazioni Euro 2024, 3-0

La partita (secondo tempo)

Nella ripresa gli Azzurri riprendono il gioco da dove lo avevano interrotto prima dell’intervallo.

47' Chiesa trova Raspadori nello stretto, il tiro dell'attaccante del Napoli viene bloccato a terra da Dimitrievski.

Al 51' arriva il primo corner per la Macedonia conquistato da Askhovski. Sugli sviluppi del calcio dalla bandierina la Macedonia va in gol. Atanasov di testa anticipa la difesa e Donnarumma e mette in rete.

Due minuti dopo Raspadori mette in area, il pallone arriva tra Bonaventura e Barella che calciano praticamente insieme davanti alla porta. Ma il portiere si salva e respinge in angolo.

Nonostante il colpo incassato però l'Italia riprende immediatamente a premere e costruire occasioni, anche se pecca di poca lucidità sotto porta e non riesce a trovare il poker che garantirebbe di nuovo più sicurezza. 

I balcanici così restano a galla e al 74' rimettono tutto in discussione con la doppietta di Atanasov (decisiva la deviazione di Acerbi), che porta incredibilmente il risultato sul 3-2 spaventando tutto l'Olimpico. 

All'81' il gol del 4-2 di Raspadori garantisce una bella boccata d'ossigeno agli Azzurri, che nel finale trovano anche il definitivo 5-2 con il neo entrato El Shaarawy.

Luciano Spalletti LaPresse
Luciano Spalletti

Spalletti: “Partita fatta bene per novanta minuti”

"L'Italia ha fatto bene la partita per tutti i novanta minuti di gioco. A volte succede, quando sembra che il risultato sia acquisito, di abbassarci un po' e di lottare meno sulla palla. La casualità del secondo gol poteva incasinarci a livello psicologico ma va messa in risalto la reazione". Lo ha detto il ct azzurro, Luciano Spalletti, dopo la vittoria dell'Italia. 

"Abbiamo la qualità di arrivare davanti alla porta. Quello di oggi è un passo in avanti notevole. Il rigore di Jorginho? Gli vanno fatti i complimenti: è stato bravissimo il portiere. Lui rimane un rigorista speciale per l'Italia", ha detto ancora il tecnico azzurro, ai microfoni di Rai Sport.

Matteo Darmian Getty
Matteo Darmian

Darmian: “Approccio giusto; contro Ucraina per vincere”

"Abbiamo avuto il giusto approccio alla partita. Era importante sbloccarla, ci siamo riusciti subito. Poi nel secondo tempo potevamo gestire meglio alcune situazioni, ma era impoartante vincere. Adesso abbiamo due giorni per preparare al meglio" la sfida con l'Ucraina. A dirlo è il difensore della Nazionale, Matteo Darmian, autore della prima rete della partita contro la Macedonia. Contro l'Ucraina "scenderemo in campo per portare a casa i 3 punti", ha concluso Darmian ai microfoni della Rai.

Se l'Inghilterra è certa della qualificazione, Ucraina e Italia si giocano l'ultimo posto diretto per gli Europei del 2024 senza passare dai playoff. Agli Azzurri contro l’Ucraina il 20 novembre basta anche un pareggio per volare in Germania per giocare gli Europei.

La classifica del gruppo C:

Inghilterra, 19 punti (8 partite su 8, già qualificata)

Ucraina, 13 punti (7 partite su 8)

Italia, 13 punti (7 partite su 8)

Macedonia del Nord, 7 punti (7 partite su 8)

Malta, 0 punti (7 partite su 8)

La cronaca testuale