Satira o Politica?

I comici russi e lo scherzo telefonico a Giorgia Meloni, Palazzo Chigi: "Rammaricati per l'inganno"

In passato Vovan & Lexus avevano preso di mira altri leader internazionali, come Pedro Sanchez e l’ex segretario di Stato Usa, Henry Kissinger

I comici russi e lo scherzo telefonico a Giorgia Meloni, Palazzo Chigi: "Rammaricati per l'inganno"
Vovan & Lexus
Lo "scherzo" telefonico alla presidente del Consiglio Meloni di Vovan & Lexus

Il 18 settembre due noti comici russi, Vovan & Lexus, considerati vicini ai servizi d’intelligence del Cremlino, hanno chiamato al telefono la presidente del Consiglio Giorgia Meloni, uno dei due si è finto un leader africano. Insieme l'hanno coinvolta in una conversazione sulla politica estera. Il tentativo dei due era far cadere Meloni in una trappola diplomatica e farle dire frasi scomode sulla crisi migratoria, sui rapporti con il presidente francese Macron e sulla guerra in Ucraina. 

La presidente del Consiglio è rimasta ferma sulle posizioni ufficiali del Governo: “Siamo vicini al momento in cui tutti capiranno che abbiamo bisogno di una via d’uscita. Il problema è trovarne una che possa essere accettabile senza distruggere il diritto internazionale”, ha detto.

“L’Ucraina non ha avuto il successo che ci si aspettava in primavera - ha precisato Meloni nella conversazione - La controffensiva dell’Ucraina forse non sta andando come si aspettavano. Sta procedendo, ma non ha cambiato il destino del conflitto. Quindi tutti comprendono che (il conflitto) potrebbe durare molti anni se non proviamo a trovare delle soluzioni. Il problema è quale sia la soluzione accettabile senza aprire altri conflitti”.

Oggi la nota di Palazzo Chigi:  "L'Ufficio del Consigliere diplomatico del presidente del Consiglio dei ministri si rammarica per essere stato tratto in inganno da un impostore che si è spacciato per il Presidente della Commissione dell'Unione Africana e che è stato messo in contatto telefonico con il Presidente Meloni. L'episodio è avvenuto il giorno 18 settembre nel contesto dell'intenso impegno sviluppato in quelle ore dal Presidente Meloni per rafforzare i rapporti con i leader africani con i quali ha avuto importanti incontri a margine dell'Assemblea Generale dell'Onu tra il 19 e il 21 settembre". 

In passato Vladimir Kuznetsov e Aleksej Stolyarov, questi i veri nomi di Vovan & Lexus, avevano preso di mira altri leader internazionali, come il primo ministro spagnolo, Pedro Sanchez, il ministro degli Esteri danese, Lars Lokke Rasmussen, e l’ex segretario di Stato Usa, Henry Kissinger.