L'emergenza

La furia dell'acqua sulla Toscana, a Montemurlo "Ondata maltempo senza precedenti: 200 mm pioggia"

Sindaco del comune in provincia di Prato: "Priorità messa in sicurezza delle persone". Morto un uomo di 85 anni e si registra anche il decesso di una 84enne, colpita da malore

"Un'ondata di maltempo senza precedenti". Così il Comune di Montemurlo, in provincia di Prato dove a causa del maltempo è morto un uomo di 85 anni e si registra anche il decesso di una 84enne, colpita da malore, spiega il sindaco Simone Calamai. Alle 3 di questa notte, informa sempre il Comune, "erano caduti 180 mm di pioggia rilevati dal pluviometro di Javello in meno di 12 ore", mentre alle 6 sono stati totalizzati 200 mm di pioggia. Ancora in corso i soccorsi su tutto il territorio comunale dove manca nella quasi totalità, si spiega, l'energia elettrica dalle 19 di ieri a causa di un guasto sulla cabina di distribuzione principale.  

Il punto sul maltempo in Toscana: la mappa dei luoghi a rischio, Giani: “Sotto shock”

Sindaco: "Il primo pensiero va alle vittime"
"In questi tragici momenti - afferma il sindaco - il primo pensiero va alle vittime di questa tragedia e mi stringo insegno di profondo cordoglio alle famiglie colpite": si "tratta di un uomo di 85 anni, residente in via Riva 21 a Bagnolo, con problemi di deambulazione trovato riverso nell'acqua che aveva invaso l'appartamento dove viveva al piano terra. L'altro decesso è quello di una donna di 84 anni in via Garda, colpita da un malore. Un decesso, quest'ultimo, che non pare, almeno in questo momento, direttamente collegato al maltempo

VIDEO: torrente d'acqua straborda fuori da una casa invasa dall'acqua a Prato
 

"Priorità: salvare vite umane"
La priorità in queste ore è il salvataggio delle vite umane, delle persone rimaste imprigionate nelle auto o bloccate in casa, soprattutto degli anziani non autosufficienti e dei malati che hanno bisogno di assistenza e cura con farmaci salvavita. 

Frana tra Bagnolo e Montemurlo numerose le strade interrotte Localteam
Frana tra Bagnolo e Montemurlo numerose le strade interrotte

Sono stati allestiti due centri di accoglienza alla Misericordia di Montemurlo e di Oste dove hanno trovato accoglienza le persone rimaste bloccate in zona. Alla Misericordia di Oste è stato allestito un posto medico avanzato".  Aperto il Coc ieri pomeriggio, sono attive per i soccorsi 10 squadre di volontariato di protezione civile e la squadra di protezione civile comunale. 

I Vvf del nucleo di soccorso fluviale
Sul territorio stanno intervenendo in queste ore i nuclei di soccorso fluviale dei vigili del fuoco provenienti da Massa. La situazione più critica, si spiega, "è a Bagnolo in via Riva e in via Labriola dove è esondato il torrente Bagnolo e ha travolto numerose auto trascinandole per diversi metri. I danni sono moltissimi. Difficile la situazione a Oste dove l'acqua ha raggiunto dai 70-80 cm sulla sede stradale a un metro di altezza. Le persone sono state soccorse con l'ausilio dei gommoni" dei vigili del fuoco. 

La mappa: la Toscana in ginocchio, si attende piena dell'Arno a Firenze alle 12

Scuole chiuse
Il sindaco ha chiuso le scuole e sottolinea la necessità di ridurre gli spostamenti non strettamente necessari. Calamai ha chiesto alla Regione l'invio di decine di pompe idrovore per liberare i locali invasi dall'acqua, escavatori e ruspe per liberare le strade da fango e detriti portati dai torrenti, carro attrezziper rimuovere le decine di auto rimaste ferme sulle strade e generatori per la produzione di energia elettrica. Stamani  farà il punto anche sulla qualità dell'acqua potabile.  

Maltempo: l'allerta rossa in Vento e Friuli Venezia Giulia, video della sala dove si monitora l'emergenza: "Qui è acqua su acqua"