Mercoledì attese nevicate al Nord oltre i 1500 metri

Maltempo: allerta gialla per 8 regioni. Attese piogge di forte intensità

Interessate soprattutto l'Emilia Romagna e le regioni del Centro, entro sera arriverà la neve lungo l'Appennino fin verso i 1100-1500 metri

Maltempo: allerta gialla per 8 regioni. Attese piogge di forte intensità
IPA
Maltempo in italia

Condizioni meteo in peggioramento sull'Italia tra oggi e domani. Secondo le previsioni del Centro Meteo Italiano, piogge e temporali  nelle prossime ore interesseranno soprattutto Emilia Romagna e regioni del Centro, entro sera arriverà la neve lungo l'Appennino fin verso i 1100-1500 metri. Maltempo che nella giornata di mercoledì si sposterà invece sulle regioni meridionali con piogge e temporali localmente anche intensi specie su Puglia, Basilicata e Calabria. L'ultimo weekend di novembre entriamo in una fase più fredda. Un lobo del vortice polare dovrebbe portarsi verso l'Europa centro-orientale con aria artica che potrebbe raggiungere il Mediterraneo portando non solo un calo delle temperature ma anche neve a bassa quota.

Ecco in dettaglio le previsioni per oggi.

Al Nord: al mattino cieli coperti su tutti i settori, con deboli piogge sulla Romagna. Al pomeriggio non sono previste variazioni di rilievo, con neve sui rilievi dai 1300-1600 metri. In serata tempo in miglioramento con cieli sereni o poco nuvolosi.
Al Centro: maltempo sia al mattino che al pomeriggio con precipitazioni diffuse. Fenomeni più intensi attesi tra serata e nottata, con neve in Appennino dai 1400-1600 metri.
Al Sud e sulle Isole: tempo in prevalenza asciutto al mattino con cieli irregolarmente nuvolosi, eccetto isolati piovaschi sulla Campania. Al pomeriggio ancora precipitazioni sui medesimi settori. Peggioramento atteso in serata con precipitazioni sparse sulle regioni peninsulari, variabilità asciutta altrove. Temperature minime stazionarie o in lieve aumento. Massime stabili o in diminuzione da Nord a Sud.

È  il transito di una perturbazione atlantica e il suo successivo approfondimento tra le due isole maggiori a determinare la fase di maltempo sulle nostre regioni centrali, con fenomeni che tenderanno ad insistere sul medio Adriatico, accompagnati da un rinforzo della ventilazione a prevalente componente nord-orientale. 

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino nazionale di criticità e di allerta consultabile sul sito del Dipartimento.

L’avviso prevede dal mattino precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Marche, Umbria, Abruzzo e precipitazioni sparse sul Lazio, specie sui settori settentrionali. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata allerta gialla sull’intero territorio di Lazio, Umbria, Marche, Abruzzo e su settori di Toscana, Campania, Basilicata e Calabria.

Per domani giovedì 23 novembre ancora cielo molto nuvoloso o coperto al Sud, con rovesci o temporali diffusi e intensi sulle regioni ioniche e sulla Sicilia, in parziale attenuazione serale; bel tempo sul resto del Paese. Venerdì 24 novembre nuvolosità irregolare, a tratti anche intensa sulle regioni ioniche, con deboli piogge o rovesci sparsi; cielo poco nuvoloso o velato sul resto del paese, con aumento delle nubi compatte dalla sera lungo l'arco alpino e sulle regioni tirreniche.

Maltempo Tg3
Maltempo