Nuova perturbazione sull'Italia

Venti forti e temporali, oggi allerta gialla per 11 regioni

Previsto anche l'arrivo della neve. Il maltempo ci accompagnerà fino alla fine del mese di novembre

Venti forti e temporali, oggi allerta gialla per 11 regioni
(Pixabay)
maltempo

Venti fino a burrasca sulle regioni centrali, piogge e temporali in Sardegna: la Protezione civile diffonde l'allerta gialla per 11 regioni italiane. 

Una perturbazione di origine atlantica ha infatti raggiunto il nostro Paese, con un generale peggioramento delle condizioni meteorologiche, in particolare sulle regioni centrali. Già da stanotte, il deciso rinforzo della ventilazione che viene da nord interesserà i settori adriatici settentrionali e buona parte del Centro Italia, con piogge e temporali sulla Sardegna. 

Nei prossimi giorni il costante afflusso artico farà piombare i settori settentrionali e orientali di tutta Europa in pieno inverno.

Sull'Italia è previsto un generale peggioramento delle condizioni e sono attese piogge, temporali e venti da forti fino a burrasca.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione civile d'intesa con le regioni coinvolte, alle quali spetta l'attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse che estende quello diffuso ieri. 

L'avviso prevede venti da forti a burrasca su Emilia-Romagna, Marche, Toscana, Umbria e Lazio, specie lungo i rispettivi settori costieri e crinali appenninici, e sulla Sardegna. Previsti, inoltre, piogge e temporali sparsi sulla Sardegna, specie lungo il versante orientale dell'isola.

I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. In arrivo anche la neve. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per la giornata di oggi, allerta gialla nelle Marche, in Umbria, in Sicilia e su alcuni settori di Emilia-Romagna, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Calabria, Basilicata e Sardegna. 

Previsto l'arrivo della neve anche sugli Appennini e i venti risulteranno forti a rotazione ciclonica con Bora intensa sul Triestino e quasi tutta la Venezia Giulia.

A Pescara il maltempo non dà tregua e continua a piovere incessantemente da quasi 24 ore. "Da ieri sera - scrive sui social il sindaco Carlo Masci - sono caduti su Pescara 88 mm di pioggia, la media mensile è di 103 mm, la media annuale di 687 mm. Questo vuol dire che in poche ore è caduta sulla nostra citta quasi la pioggia di un mese e il 13% di quella che cade di un anno". 

Diversi gli allagamenti registrati nella città abruzzese e gli interventi dei Vigili del fuoco del Comando Provinciale. Il Comune in mattinata ha anche attivato il Coc (Centro operativo comunale) per far fronte all'emergenza.