Incidente sul lavoro

Rimane schiacciato in un cantiere a Milano, muore operaio di 28 anni. Inail: 868 le vittime nel 2023

Secondo dinamiche ancora da accertare la vittima stava lavorando con altri colleghi quando, durante la movimentazione di una autogru, la cassaforma si è sganciata e lo ha colpito

Un operaio di 28 anni è morto dopo essere rimasto schiacciato da una cassaforma metallica al decimo piano di un cantiere edile. L'incidente è avvenuto intorno alle 9 in via Paravicini all'altezza di via Sammartini a Milano.

L'operaio, di origine egiziana, rimasto schiacciato mentre si trovava sotto il carico al decimo piano di una struttura in costruzione, è caduto dalla gru dopo un cedimento. La ricostruzione della dinamica dell'infortunio è in corso da parte del personale di Ats intervenuto sul posto. Secondo quanto riferito dai vigili del fuoco, l'uomo stava lavorando con alcuni colleghi e durante la movimentazione dell'autogru, una cassaforma - un involucro prefabbricato utilizzato per contenere le colate di cemento armato - si è sganciato cadendogli addosso. Gli operatori del 118, giunti con un'ambulanza e un'automedica, hanno potuto solo constatare la morte dell'uomo. 

Quella di oggi è solo l'ultima vittima in ordine di tempo sul luogo di lavoro: secondo i dati Inail aggiornati ai primi 10 mesi del 2023 sono state 868 le denunce di infortunio sul lavoro con esito mortale, 41 in meno rispetto alle 909 registrate nel periodo gennaio-ottobre 2022, 149 in meno rispetto al 2021, 168 in meno rispetto al 2020 e 28 in meno rispetto al 2019. I dati dell'Istituto, aggiornati al 31 ottobre 2023 evidenziano che, a livello nazionale, c'è stato un calo solo dei casi mortali 'in itinere', scesi da 250 a 196, mentre quelli avvenuti in occasione di lavoro passano da 659 a 672. Il calo ha riguardato sia l'Industria e servizi (da 772 a 744 decessi) che l'Agricoltura (da 105 a 98) e il Conto Stato (da 32 a 26).