Editoria

Romance, boom in Italia: +120% rispetto al 2019. I dati Aie a Più libri più liberi

Si conclude oggi la fiera della piccola editoria a Roma

Romance, boom in Italia: +120% rispetto al 2019. I dati Aie a Più libri più liberi
Rai
Più libri più liberi

Il romance ha più che raddoppiato le vendite dal 2019 a oggi (+120,5%), una performance che lo pone secondo solo ai fumetti (+225,5%) come fenomeno editoriale dell'Italia post-pandemia, in uno scenario dove i titoli più amati dai giovani si impongono spesso tramite il passaparola sui social e TikTok in particolare, fino ad arrivare nella top ten delle classifiche mensili. Lo riferisce l'Associazione italiana editori in occasione della fiera della piccola editoria Più libri più liberi a Roma. Nel dettaglio, il genere romance aveva nel 2019 un valore del venduto a prezzo di copertina nei canali trade (librerie fisiche e online e supermercati) pari a 22,215 milioni di euro. Dopo una flessione nel 2020, nei tre anni seguenti la crescita è sempre stata a doppia cifra, fino ai 48,900 milioni del 2023. Valori a cui vanno aggiunte le vendite natalizie, ovviamente ancora da conteggiare. A livello di quote sul totale del mercato trade, il romance pesava sul totale della varia (narrativa e saggistica) per il 2% nel 2019 e adesso pesa per il 3,8%.

I numeri del mercato raccontano inoltre la forza delle autrici italiane: come successo in passato per altri generi come il giallo, o il thriller, un mercato inizialmente dominato da autori stranieri sta vedendo crescere con il passare degli anni le proposte di scrittrici e scrittori scoperti e lanciati dalle case editrici italiane. Nel 2019 oltre l'84% delle vendite era fatto da libri scritti da autrici straniere (quota di mercato a valore di prezzo di copertina). Nel 2023, invece, le autrici italiane pesano per il 40%, per complessivi 19,601 milioni. Se guardiamo la crescita dal 2019 a oggi, il romance italiano è cresciuto del 462,5%, quello straniero "solo" del 56,9%

Più libri più liberi Rai
Più libri più liberi

Grande entusiasmo del pubblico per la Fiera della Piccola e Media Editoria Più libri più liberi. I visitatori hanno riempito gli stand e hanno partecipato con interesse ai tanti eventi culturali della kermesse alla Nuvola. Più libri più liberi è promossa e organizzata dall’Associazione Italiana Editori, con il sostegno del Centro per il libro e la lettura del Ministero della CulturaRegione LazioRoma CapitaleCamera di Commercio di Roma ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, con il contributo di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori. È realizzata in collaborazione con Istituzione Biblioteche di RomaATAC azienda per i trasporti capitolina, EUR Spa, Dior e si avvale della Main Media Partnership di Rai con il Giornale della Libreria. Più libri più liberi partecipa ad Aldus Up, la rete europea delle fiere del libro cofinanziata dall’Unione Europea nell’ambito del programma Europa Creativa. La manifestazione è presieduta da Annamaria Malato e diretta da Fabio Del Giudice. Il programma è a cura di Chiara Valerio

Il tema scelto per questa edizione è Nomi Cose Città Animali. Come nel gioco per bambini ogni autore compone la propria categoria lessicale, perché giocando si comprenda che per essere liberi in una comunità è necessario stabilire, e cambiare quando serve, alcune regole. Giorgio Manganelli diceva “Ma non è la meta di tutte le nostre disperazioni sciogliersi nel gioco?”. Da bambini giochiamo e impariamo a leggere e scrivere. Da adulti dimentichiamo quanto sia importante vivere con il gioco - ma mai per gioco. 

Tantissimi gli ospiti italiani e internazionali che hanno partecipato a oltre 600 appuntamenti tra presentazioni, dibattiti e letture. L’edizione di quest’anno inoltre si è arricchita anche di un ciclo di incontri dedicati ai giovani universitari sull’approfondimento di argomenti accademici

Scrittori che parlano di altri scrittori è stata la formula proposta da Più libri più liberi, nata per conoscere meglio gli scrittori che amiamo attraverso la lente di altri scrittori, operazione che permette di scoprirne aspetti affascinanti.

Più libri più liberi 2023 Rai
Più libri più liberi 2023

Una piazza aperta al confronto internazionale, anche in vista della partecipazione dell’Italia come ospite d’Onore alla Fiera del Libro di Francoforte nel 2024, il Business Centre al Piano Forum, l’area dove si incontrano e dialogano gli operatori professionali. Diversi sono stati gli incontri dedicati all’internazionalizzazione come “Promozione del libro, cosa conta davvero? Giornali, TV, Web, Fiere… - Destinazione Francoforte”

La lettura e la sua promozione è stato un tema sviluppato nella kermesse. Anche l’innovazione tecnologica è stato un altro dei temi al centro del confronto nel programma professionale. 

L’incontro di chiusura della fiera sarà dedicato al ricordo di Michela Murgia

Più libri più liberi Rai
Più libri più liberi