Tennis

Australian Open: Sinner parte bene, 3-0 a van de Zandschulp. Berrettini si ritira, infortunio

L'azzurro: "E' stata la mia prima partita della stagione e significa molto iniziare con una vittoria". Esordio vincente anche per Matteo Arnaldi

Australian Open: Sinner parte bene, 3-0 a van de Zandschulp. Berrettini si ritira, infortunio
Ap Photo
Australian Open, Sinner vs Van de Zandschulp

Un avvio di stagione vincente per Jannik Sinner. All'esordio dell'Australian Open l'azzurro - testa di serie numero 4 - ha battuto dopo poco più di due ore e mezza di gioco l'olandese Botic van de Zandschulp.

L'azzurro 22enne ha superato dunque il primo turno del torneo. Lo stesso giorno una tegola invece sul tennis azzuro: Matteo Berrettini si ritira per infortunio 

 

Australian Open, Sinner vs Van de Zandschulp Ap Photo
Australian Open, Sinner vs Van de Zandschulp

I set di Sinner
Il tennista di San Candido, Trentino-Alto Adige, ha battuto l'olandese per 6-4, 7-5, 6-3. 

“Vittoria che significa molto, sto bene”

"E' stata la mia prima partita della stagione e significa molto iniziare con una vittoria". Jannik Sinner commenta cosi' l'esordio vincente: "Fisicamente mi sento bene, in buona forma, il primo round non è mai facile quindi posso essere contento per oggi". 

Debutto con vittoria anche per Matteo Arnaldi che ha superato l'australiano Adam Walton con il risultato di 7-6, 6-2, 6-4. Il tennista di Sanremo ha superato agilmente l'australiano Adam Walton, numero 167 della classifica Atp. La caccia al primo torneo del Grande Slam è iniziata. 

 

 

Australian Open, Sinner vs Van de Zandschulp Ap Photo
Australian Open, Sinner vs Van de Zandschulp

Tennis, Sinner: "Un buon inizio ma è lunga..."

"Mi sento come se avessi iniziato veramente bene per la prima partita. Poi, ho avuto alcuni momenti in cui ho fatto un paio di scelte sbagliate, ma questo può accadere. La sensazione della partita era importante per me perché non vedevo l'ora di scendere in campo. E' stata una partita d'apertura positiva. Andiamo un po' più avanti. Poi vediamo, no?". "Oggi ho vinto ma non è stato così facile. Il mio avversario ha giocato bene e ha servito bene. Ma sono riuscito in qualche modo a sfruttare i momenti importanti". Jannik Sinner è soddisfatto per il suo debutto vincente agli Australian Open ma preferisce mantenere un profilo basso in vista dei prossimi impegni.
 

Nel corso dell'intervista ufficiale post partita l'italiano non si lascia trascinare dall'entusiasmo e dalle polemiche legate alle parole di Carlos Alcaraz che in finale vorrebbe sfidare Novak Djokovic: il serbo è nella stessa parte di Sinner nel tabellone e teoricamente potrebbe sfidare l'azzurro in semifinale. "Dove arrivare? Oggi è domenica - risponde Sinner con un sorriso - Il torneo è così lungo ma di sicuro sto guardando alle prossime partite anche se in un altro modo: vado giorno per giorno". "Oggi c'era da battere un giocatore, mercoledì sarà un giocatore diverso e dovrò cercare di batterlo. E questo è tutto. C'è ancora un sacco di lavoro da fare - conclude il numero 4 del ranking Atp - Nessuno può predire il futuro. Come ho già detto, puntiamo ovviamente a giocare grandi partite in grandi stadi, quindi vediamo.... Sarà un torneo interessante". Conclude.

 

 

Australian Open, Sinner vs Van de Zandschulp Ap Photo
Australian Open, Sinner vs Van de Zandschulp

Tennis: Berrettini si ritira da Australian Open per infortunio 

Sfortuna invece per l'altro azzurro, Matteo Berrettini, che si è ritirato dagli Australian Open per un infortunio al piede destro. Sarà sostituito nel sorteggio dal belga Zizou Bergs. Lo riferiscono gli Australian Open in un post su X. "Ti auguriamo una pronta guarigione", si legge nel post. Berrettini salta così la partita contro il numero sette al mondo Stefanos Tsitsipas, affrontato quattro volte e mai battuto dal romano.

Matteo Berrettini GettyImages
Matteo Berrettini