Organizzazione meteorologica mondiale

El Nino porta temperature superiori alla norma fino a maggio. Il picco a dicembre

A far salire la colonnina del mercurio in terra e in mare, anche i gas serra

 El Nino porta temperature superiori alla norma fino a maggio. Il picco a dicembre
wikipedia
El Nino, corrente calda proveniente dall'Ecuador

El Nino ha raggiunto il suo picco a dicembre ed è uno dei cinque più potenti mai registrati. Lo ha dichiarato l'Organizzazione meteorologica mondiale (Wmo), prevedendo temperature superiori alla norma sulle aree terrestri tra marzo e maggio. "Si prevedono temperature superiori alla norma su quasi tutte le aree terrestri tra marzo e maggio", ha fatto sapere. El Nino "si sta gradualmente indebolendo – prosegue il Wmo- ma continuerà ad avere un impatto sul clima globale nei prossimi mesi, alimentando il calore intrappolato dai gas serra prodotti dalle attività umane”.

Inquinamento industriale Getty
Inquinamento industriale

Già i gas serra, il più noto è l'anidride carbonica il Co2, sono prodotti dalla combustione dal petrolio al carbone, dalle industrie alle auto. Dunque la mano dell’uomo, perché questa “miscela” inquinante funzione come una serra: intrappola il calore del sole che non si può disperdere nell’aria provocando il riscaldamento globale.

El Nino è un fenomeno meteorologico naturale che riscalda gran parte del Pacifico tropicale e si verifica ogni due-sette anni, con una durata compresa tra nove e dodici mesi. Modifica la circolazione dell'atmosfera su scala planetaria, riscaldando aree lontane e, come sottolinea la Wmo, si verifica nel contesto di un clima modificato dalle attività umane. "Ogni mese da giugno 2023 ha stabilito un record di temperatura mensile e il 2023 è stato di gran lunga l'anno più caldo mai registrato", ha dichiarato Celeste Saulo, nuova segretaria generale dell'organizzazione.

Ondata di caldo ANSA
Ondata di caldo

El Nino e l’inquinamento globale hanno contribuito alla crescente salita delle temperature della superficie del mare nel Pacifico equatoriale e non solo, che dura da 10 anni. Un’acqua “bollente” nel 2024 che non è mai stata registrata.

 

Ambiente, rIscaldamento degli oceani gettyimages
Ambiente, rIscaldamento degli oceani