Elezioni in Abruzzo

Marco Marsilio confermato governatore. Fdi primo partito, sconfitta per il campo largo

Marsilio con il 53,5% ha 7 punti su D'Amico. Centrodestra Fdi al 24,1%, Lega all'7,8%, FI 13,2%. Centrosinistra Pd al 20,6,9%, M5S al 7%, Azione al 4%. D'Amico "Più di così non potevamo fare" Marsilio: "Un onore continuare a guidare l'Abruzzo

Marco Marsilio confermato governatore. Fdi primo partito, sconfitta per il campo largo
tgr
Seggio elettorale per le elezioni in Abruzzo 2024

Il voto in Abruzzo dalle proiezioni di Noto e anche dai dati provenienti dai seggi, vede la riconferma del Governatore uscente Marco Marsilio che sovrasta il candidato del campo largo Luciano D'Amico di quasi 8 punti percentuali al 54,3%. Il Governatore confermato per altri 5 anni è giunto poco dopo le due del mattino al quartier generale della campagna elettorale ed ha brevemente ringraziato i suoi sostenitori. “L'Abruzzo ci ha rinnovato la fiducia per altri cinque anni. Questa è la missione più importante della mia vita.” Poi ha parlato della sconfitta degli avversari “Il Campo largo - ha affermato - non è il futuro per l'Abruzzo ma è un triste passato”.  Dal comitato del campo largo si respira aria di sconfitta sebbene si fa presente che questa competizione, fino a qualche tempo fa, avrebbe avuto risultati peggiori e il successo è rappresentato dall'unitarietà della coalizione. “E' un segnale che abbiamo mandato all'Italia. Il ”Campo Largo - afferma Stefania Pezzopane - è segno dell'unità delle forze alternative al centrodestra". Nella notte la stampa riporta una dichiarazione di Luciano D'Amico “Più di così non potevamo fare”

 

Marco Marsilio ai voti per la candidatura in Abruzzo ansa
Marco Marsilio ai voti per la candidatura in Abruzzo

L'arrivo dei primi dati di lista incoronano Fratelli d'Italia primo partito della Regione con il 23,9% dei consensi, 13 punti in più rispetto alle passate regionali e sfiora il 30% se si unisce il voto della lista Marsilio superando anche il dato delle politiche. Buono il risultato di Forza Italia, al 14,3% dei  voti in crescita e la Lega all'8,7% che conferma il dato delle politiche. Nel centrosinistra il Partito Democratico arriva al,18,6% mentre i cinque stelle, che nel 2019 corsero da soli ottenendo il 20%, si sono fermati al 7%. Azione raccoglie il 4,5% dei voti. Domani alle 12.00 si terrà la conferenza stampa della coalizione di centrodestra. Sarà, certamente, il momento in cui il successo del voto in Abruzzo permetterà alla coalizione di inviare qualche segnale a livello nazionale. Al comitato elettorale si ipotizzava l'arrivo, da Roma, di alcuni dei leader del centrodestra.

 

Luciano D'Amico ai voti per la candidatura in Abruzzo ansa
Luciano D'Amico ai voti per la candidatura in Abruzzo

Ora, in vista delle Europee e delle altre scadenze amministrative, si aprirà la discussione all'interno delle coalizioni. Nel centrodestra sembra a questo punto consolidarsi la candidatura di Bardi di Forza Italia a governatore uscente della Basilicata. Nel campo largo si aprirà la discussione sulla partecipazione dei 5 stelle nella coalizione. Altra riflessione che si apre nel centrosinistra è legata all'affluenza alle urne. La possibilità di vincere la sfida, si è detto durante la campagna elettorale abruzzese, era legata molto alla capacità di portare al voto gli indecisi e chi non aveva votato in precedenza. Il risultato definitivo dell'affluenza, al contrario, dimostra che c'è stata addirittura una flessione della partecipazione al voto e si è votato di più a L'Aquila, roccaforte del centrodestra.

Le schede elettorali per le elezioni in Abruzzo tgr
Le schede elettorali per le elezioni in Abruzzo