Il retroscena

Apple tratta con Google per “impiantare” l'intelligenza artificiale sull'iPhone

A partire dal sistema operativo IOS 18, l'azienda di Cupertino introdurrà i modelli di IA generativa di Google o di OpenAI

Apple tratta con Google per “impiantare” l'intelligenza artificiale sull'iPhone
Ap Photo /Business Wire
Apple, Tim Cook durante la presentazione del nuovo IPhone 15

Lo rivela Bloomberg, Apple sarebbe in trattativa con Google per integrare il motore di intelligenza artificiale Gemini nell'iPhone. Così il set di modelli di IA generativa di Google potrebbero alimentare, e garantire, le nuove funzionalità del futuro smartphone di Cupertino. Del resto la multinazionale avrebbe consultato anche OpenAI, sostenuta da Microsoft, non escludendo l'eventuale implementazione del suo modello.

Gemini Google Ansa / Epa/Etienne Laurent
Gemini Google

Ciò che sembra certo è che l'intelligenza artificiale sarà impiantata almeno a partire dal prossimo iPhone IOS 18. Resterà da capire, invece, chi sarà il partner che sosterrà la parte generativa sostanziale per la creazioni di immagini, per scrivere saggi basati su semplici istruzioni o dare risposte simili a quelle umane. Ovviamente si tratta di rivelazioni di Bloomberg, che cita fonti anonime che avrebbero avuto accesso al dossier IA di Apple.

Più certo l'accordo affinché Google diventi il motore di ricerca predefinito sul browser web safari di Apple, mentre per l'accordo sull'intelligenza artificiale bisognerà attendere giugno, probabilmente, quando “Apple terrà l'annuale conferenza mondiale degli sviluppatori”.

Apple, Tim Cook durante la presentazione del nuovo IPhone 15 GettyImages
Apple, Tim Cook durante la presentazione del nuovo IPhone 15

Appena a febbraio, il numero uno di Apple, Tim Cook, ha dichiarato che la società prevede di rivelare entro la fine dell'anno maggiori dettagli sui suoi piani relativi all'utilizzo dell'intelligenza artificiale generativa, aggiungendo che la società sta investendo “in modo significativo”.