Il processo

Bimba muore dopo intervento a Roma: accuse dichiarate prescritte

I giudici hanno dichiarato di non doversi procedere per intervenuta prescrizione

Bimba muore dopo intervento a Roma: accuse dichiarate prescritte
ANSA
La clinica privata Villa Maflda

La Corte d'Appello di Roma ha dichiarato prescritte le accuse a carico di due anestesisti coinvolti nell'indagine per la morte della piccola Giovanna Fatello, 10 anni, avvenuta nel 2014 dopo una operazione all'orecchio, ritenuta di routine. 

I due imputati, accusati di omicidio colposo, furono condannati a due anni con pena sospesa in quanto subordinata al pagamento di una provvisionale di 550 mila euro da destinare ai tre familiari che si sono costituiti parte civile nel procedimento. 

Il procuratore generale nel corso della requisitoria, nell'udienza del 4 aprile del 2023, aveva concluso con la richiesta di "non doversi procedere nei confronti degli imputati per intervenuta prescrizione".  "La sentenza riconosce la penale responsabilità dei due anestesisti ma è stata dichiarata la prescrizione per decorso massimo dei termini", commenta l'avvocato di parte Civile Gianluca Tognozzi.