Mercati

Borse deboli, Tim rimbalza dopo il giovedì nero

Spread ancora ai minimi a 131 punti, oro che invece aggiorna i massimi a 2160 dollari

Borse deboli, Tim rimbalza dopo il giovedì nero
Pixabay
Andamento Mercati

Apertura debole per le Borse europee in questa ultima seduta della settimana, Milano in avvio galleggia a +0,1%, a cavallo della parità le altre maggiori piazze finanziarie continentali. 

I mercati valutano ancora i segnali arrivati dalla Bce e, in audizione in Senato, dal presidente della Fed Powell il quale ha detto che la banca centrale statunitense è vicina al possibile taglio dei tassi.

Oggi attesa per il report sul mercato del lavoro Usa a febbraio, mentre in Europa i dati hanno mostrato che la produzione industriale tedesca è cresciuta dell'1% su base mensile a gennaio, segnando la prima espansione e superando le aspettative del mercato di una crescita dello 0,6%.

A Piazza Affari tenta un mini rimbalzo Tim (+2,3%). Ieri il crollo a -23%, bruciato oltre un miliardo di capitalizzazione proprio nel giorno della presentazione del piano post cessione della rete. 

I dubbi degli analisti si sono concentrati sui livelli del debito stimato a fine 2026. L'AD Labriola ha parlato di volumi anomali.

Spread ancora ai minimi a 131 punti, oro che invece aggiorna i massimi a 2160 dollari.