Serie A

Calcio: Sarri si è dimesso, la Lazio valuta il da farsi

La decisione è stata comunicata dal tecnico alla società, all'indomani della sconfitta in casa con l'Udinese, che allontana ulteriormente i biancocelesti dall'Europa. Si attende il comunicato ufficiale del club

Calcio: Sarri si è dimesso, la Lazio valuta il da farsi
Getty
Maurizio Sarri

Maurizio Sarri ha espresso alla Lazio la sua intenzione di dimettersi da allenatore dopo la sconfitta casalinga per 1-2 contro l’Udinese. La società biancoceleste sta effettuando le valutazione del caso. La decisione è stata comunicata all'indomani della sconfitta in casa con l'Udinese, che allontana ulteriormente i biancocelesti dall'Europa. La mossa di Sarri arriva, inoltre, dopo l'eliminazione negli ottavi di Champions per mano del Bayern. Si attende ancora il comunicato ufficiale del club.

Se dovesse essere ufficializzato l'addio al tecnico toscano, nelle prossime ore Claudio Lotito sarà chiamato a individuare il sostituto per traghettare la Lazio almeno fino a giugno. In pole ci sarebbe la promozione del tecnico dell'under 14, Tommaso Rocchi, ex capitano storico della Lazio. Altre piste possibili sono quelle di altri grandi ex come Brocchi e Klose, oltre a Tudor. Il presidente è arrivato in serata nel quartier generale biancoceleste per parlare con lo staff, e una rappresentanza della squadra, in vista dei prossimi impegni.

Sarri oggi pomeriggio, dopo un colloquio intenso con il ds Fabiani, ha lasciato Formello. Intanto, la squadra prova a stringersi all'interno del proprio centro sportivo nel quale trascorrerà il ritiro organizzato dalla società proprio con l'obiettivo di ritrovare unità e fiducia. Nonostante la situazione complicata, infatti, c'è da preparare la partita con il Frosinone, in programma sabato sera alle 20.45, nella quale mancherà Ivan Provedel. Il portiere, dopo l'uscita nel recupero contro la squadra friulana, si è sottoposto agli esami strumentali che hanno escluso fratture ma evidenziato importante trauma distorsivo alla caviglia sinistra. Il calciatore, che ha già iniziato le cure specifiche del caso, sarà sottoposto a monitoraggio clinico e strumentale quotidiano.