Presunte rivelazioni

Calcio: Corona davanti al giudice l'8 novembre per difendersi dall’accusa di diffamazione

L’inchiesta scattata dopo le querele di Casale, El Shaarawy e Zalewski, tra gli indagati anche Antonio Ricci e Valerio Staffelli, rispettivamente direttore e inviato di Striscia la notizia

Calcio: Corona davanti al giudice l'8 novembre per difendersi dall’accusa di diffamazione
Ansa
Fabrizio Corona

Fabrizio Corona dovrà comparire il prossimo 8 novembre davanti al giudice monocratico di Milano per rispondere di diffamazione a mezzo stampa. 

L'uomo che nell'autunno scorso ha dettato, su social e con ospitate in tv, i tempi di presunte rivelazioni sull'indagine torinese legata alle scommesse nel mondo del calcio, è stato denunciato dal laziale Nicolò Casale, dall'attaccante della Roma, Stephan El Shaarawy e da Nicola Zalewski, terzino polacco della squadra giallorossa, tirati in ballo nella vicenda.       

Lo scorso febbraio il procuratore capo Marcello Viola, l'aggiunta Letizia Mannella e il pm Pasquale Addesso avevano firmato la richiesta di chiusura indagine e la citazione diretta a giudizio nei confronti di  Corona, di Antonio Ricci e Valerio Staffelli, rispettivamente direttore e inviato di Striscia la notizia, e Luca Arnau allora direttore di Dillinger News.       

Nessuno degli indagati si è fatto interrogare e ora nell'udienza predibattimentale, introdotta dalla riforma Cartabia, spetta al giudice monocratico verificare se procedere con il dibattimento o emettere una sentenza di non luogo a procedere nei confronti dei quattro indagati.