Andata degli ottavi

Europa League, Roma-Brighton 4-0: trionfo giallorosso

Al 13' Dybala sblocca la partita all'Olimpico, raddoppio di Lukaku al 43', tris di Mancini al 64', poker con Cristante al 68'. Lo stadio inneggia a De Rossi: nona vittoria in undici partite. Il ritorno giovedì 14 marzo alle 21

Europa League, Roma-Brighton 4-0: trionfo giallorosso
gettyimages
Europa League, Roma vs Brighton - esultanza Dybala

Stasera all’Olimpico è andata in scena l’andata degli ottavi di finale di Europa League tra Roma e Brighton. Un appuntamento importantissimo per la squadra di Daniele De Rossi che, reduce da un cammino quasi perfetto in Serie A nelle ultime sei partite, poteva contare sull'apporto di uno stadio completamente sold out, per il primo dei due atti contro la squadra inglese, con oltre 60mila biglietti venduti. Per il Brighton, al contrario, la situazione non è proprio cristallina, visto che nell’ultimo mese hanno subito qualche sconfitta di troppo. Gli inglesi sono arrivati a Roma per fare l'impresa all'Olimpico e invertire la rotta. Una sfida nella sfida quella tra i due tecnici, De Zerbi e De Rossi, non solo colleghi ma soprattutto amici. Ma oggi la Roma ha giocato la gara perfetta e si porta a casa una strameritata vittoria. Lo stadio inneggia a De Rossi: nona vittoria in undici partite.

Primo tempo. Inizia con il bellissimo abbraccio tra i due mister. Lo stadio Olimpico esplode con cori e bandiere. Intanto le due squadre si studiano. Dopo 2’ grandissima occasione per la Roma con Lukaku che centra la rete ma il portiere Steele respinge con i pugni. All’8’ il palo salva la Roma: Adingra scappa sulla corsia mancina, dribbling per saltare l'avversario, entra in area e calcia, la conclusione trova la deviazione di Ndicka, pallone che colpisce il legno. I giallorossi pressano in maniera ordinata. E al 13’ arriva il gol di Dybala. Controllo sala Var. Tutto regolare. Roma-Brighton 1-0. L'argentino riceve il lancio perfetto di Paredes, salta con freddezza Steele e deposita col destro il pallone in rete. Dopo il gol, giallorossi padroni del campo, gli uomini guidati da De Zerbi in difficoltà. Al 25’ sono gli inglesi a guadagnare campo e a rendersi pericolosi. Adingra salta netto Celik, cross sul secondo palo, arriva Welbeck che colpisce di testa, Svilar salva tutto con un gran riflesso. Partita molto faticosa, con la Roma che cerca di impedire la ripartenza degli avversari. Passata la prima mezz’ora, il Brighton continua a spingere nella metà campo dei capitolini. Ma la Roma riesce a chiudere tutti gli spazi. Al 43’ il raddoppio di Lukaku che sfrutta un errore di Dunk. Il belga è solo davanti al portiere e con il sinistro centra lo specchio. Roma-Brighton 2-0. 3’ di recupero. Al 46' di nuovo protagonista Svilar che effettua una splendida parata su Welbeck che di testa cercare il gol. Finisce la prima frazione con una Roma in gran spolvero. La formazione di De Rossi rientra negli spogliatoi con la consapevolezza di aver giocato un primo tempo quasi perfetto. Gli uomini di De Zerbi si rendono pericolosi con Adingra e con Welbeck, che solo grazie alle parate di Svilar non trova il gol.

Roma-Brighton Mike Hewitt/Getty Images
Roma-Brighton

Secondo tempo. Un solo cambio all'intervallo. De Zerbi mette dentro Ansu Fati, resta negli spogliatoi Enciso. La Roma riparte subito aggressiva. Giallorossi ancora pericolosi con il tiro cross di El Shaarawy, pallone che termina di poco a lato del palo. Il Brighton cerca di rendersi minaccioso con un continuo pressing offensivo. Occasione per Welbeck che riceve da Adingra, conclude con il mancino, ma Celik disturba l'attaccante al momento del tiro e la palla finisce sopra la traversa. Ritmo altissimo anche in questi primi minuti della ripresa. Bisogna capire quanto i giocatori riescano a tenere questo livello di sforzo fisico. Al 64' arriva il tris con la Roma grazie a Mancini. C'è controllo nella sala Var: gol regolare. Dopo pochi minuti al 69' arriva il poker della Roma con Cristante. Magnifica azione della Roma che trova il quarto gol dopo un assist di Spinazzola. La Roma è padrona del campo, in netta difficoltà il Brighton anche dal punto di vista psicologico dopo il poker giallorosso. Al 75' secondo e terzo cambio per De Zerbi, lasciano il campo Buonanotte ed Igor, entrano al loro posto Estupinan e Veltman. All'82' cambio per la Roma: fuori Spinazzola, dentro Diego Llorente. Gli inglesi sono nervosi e iniziano gli scontri: Bove, Pellegrini, Cristante finiscono a terra. 5' di recupero. Gli inglesi continuano a spingere per cercare il gol della bandiera ma la Roma non concede nulla. E finisce con il successo dei padroni di casa. Il mister De Rossi ha stravinto.

Roma-Brighton Paolo Bruno/Getty Images
Roma-Brighton

De Rossi: “Felice della prestazione. Roma quasi perfetta ma non penso a rinnovo"

Il commento del tecnico della Roma dopo il successo contro gli inglesi: “Queste partite le partite le prepari rispettando l'avversario. Il risultato è anche troppo ampio se vogliamo, loro meritavano anche qualcosa di più. Il nostro portiere è stato bravo. Lukaku e Dybala hanno corso come degli animali. Io non ho fatto chissà che cosa. Si è solo incanalato tutto nel migliore dei modi, sono felicissimo. Abbiamo giocatori che ogni squadra sogna. Non c'è niente di speciale in quello che faccio, cerco di farli correre in allenamento e li tratto da essere umani. Loro rispondono sul campo con queste prestazioni. Ho visto tante cose che mi sono piaciute, ma possiamo ancora migliorare su tante altre. La vittoria non va sporcata con discorsi che non c'entrano niente. Sto facendo il lavoro che mi piace in un posto che mi piace. Non penso ad altro ora. Tra due giorni c'è già la Fiorentina e tra sette giorni se pensiamo di andare in Inghilterra che siamo qualificati ci ribaltano".

Bryan Cristante dell'AS Roma festeggia con i compagni dopo aver segnato il quarto gol della sua squadra Getty
Bryan Cristante dell'AS Roma festeggia con i compagni dopo aver segnato il quarto gol della sua squadra

La cronaca testuale

Roma-Brighton Mike Hewitt/Getty Images
Roma-Brighton