Ventottesima giornata

Bologna-Inter 0-1: decide Bisseck, per i nerazzurri decima vittoria consecutiva

Motta: “Abbiamo fatto bene per quasi tutta la gara, con coraggio, ma preso un gol evitabile”. Inzaghi: “Siamo molto felici perché abbiamo onorato il compleanno della società con una vittoria importantissima e perché manteniamo il vantaggio"

L’Inter supera il Bologna per 0-1 grazie al gol di Bisseck al 37esimo. Nel primo tempo i nerazzurri dominano, passano in vantaggio e vanno vicini al raddoppio. Nella ripresa i rossoblù si fanno più aggressivi e schiacciano gli avversari nella loro metà campo, ma non riescono ad agganciare il pareggio che sarebbe valso un punto prezioso in chiave Champions. La squadra di Simone Inzaghi è prima a 75 punti, i felsinei quarti a quota 51.

Il primo tempo

L’Inter scende in campo con Barella con la fascia di capitano al posto di Lautaro Martinez, in panchina per l’intera partita. Al quarto minuto Sanchez è servito in area tutto solo davanti a Skorupski, tenta di scavalcarlo con un pallonetto ma colpisce la traversa. L’arbitro però fischia il fuorigioco. Sei minuti dopo passaggio di Bastoni per Carlos Augusto, colpo di tacco per Sanchez che da posizione defilata tira al volo, ma Skorupski ci mette lo zampino e respinge.

Al 14esimo tocco di Bisseck per Darmian che va alla conclusione con il mancino sul primo palo, palla fuori di un soffio. Al 22esimo Thuram strappa il pallone a Kristiansen e serve Barella da solo in area, Skorupski esce e respinge con il corpo. Una manciata di secondi più tardi Carlos Augusto va alla conclusione da fuori area, deviazione di un difensore del Bologna, Skorupski para a terra un pallone insidioso.

Un'azione di gioco LaPresse
Un'azione di gioco

Al 34esimo Ferguson dalla distanza si coordina e fa partire una cannonata improvvisa, Sommer risponde a due mani. Al 37esimo passaggio di Carlos Augusto per Bastoni che con un lungo lancio attraversa tutta l’area, Bisseck sfugge alla marcatura di Saelemaekers, si tuffa, colpisce di testa e mette in gol: vantaggio nerazzurro.

Al 45esimo azione corale dell’Inter, dalla sinistra Darmian taglia l’area con un rasoterra per Barella sul secondo palo, Kristiansen in scivolata lo anticipa e scongiura il raddoppio. Bologna-Inter 0-1 dopo i primi 45 minuti di gioco dominati dai nerazzurri, con Skorupski costretto a salvare la porta in diverse occasioni.

Il secondo tempo

Nel secondo tempo l’antifona cambia, con il Bologna che si lancia in avanti a caccia del pareggio. Al 48esimo Saelemaekers tocca per Posch che fa partire un diagonale da fuori area, Sommer è battuto ma la palla sfiora il palo.

Al 69esimo Zirkzee converge verso il centro e tira di mancino, ma colpisce il compagno di squadra Freuler. Cinque minuti più tardi Bologna in attacco con Ferguson, lo scozzese non vede Zirkzee libero in area, va al tiro e termina di poco fuori.

Nove minuti dopo Zirkzee entra in dribbling in area e calcia di mancino, Sommer dice no. All’86esimo l’ultima emozione: traversone di Freuler, Orsolini stacca e colpisce di testa mandando di poco fuori, ma era fuorigioco.

L'esultanza di Yann Aurel Bisseck GettyImages
L'esultanza di Yann Aurel Bisseck

Il commento di Motta

“Resta un sapore strano, perché abbiamo fatto una buona prestazione contro una squadra in grande forma. Per competere con loro devi curare bene tutte le fasi del gioco e con la concentrazione al massimo”, è il commento subito dopo la partita dell'allenatore del Bologna, Thiago Motta.

“Abbiamo fatto bene per quasi tutta la gara, con coraggio, senza lasciare loro le transizioni. Abbiamo preso un gol evitabile, che contro una squadra così non puoi prendere – continua sempre Motta -. Poi loro una volta in vantaggio hanno gestito bene, faccio loro i complimenti perché stanno meritando. Peccato che nel finale non si sia giocato quasi per nulla, come avviene spesso nel nostro campionato”

E ai giornalisti che gli chiedono come stia Zirkzee, il mister risponde: “È da valutare, ha fatto bene ma l'ho visto stanco. Spero che non sia niente di importante”. Il tecnico rossoblù conclude: “Ora restiamo con i piedi per terra. Abbiamo dimostrato di poter competere anche con squadre come l'Inter e questo mi dà grande fiducia anche per le prossime partite”.

Il commento di Inzaghi

L’allenatore dell’Inter, Simone Inzaghi, al termine della gara è molto soddisfatto: “Siamo molto felici perché abbiamo onorato il compleanno dell'Inter con una vittoria importantissima e perché manteniamo il vantaggio su chi ci insegue. Nel primo tempo abbiamo meritato di segnare, poi nel secondo loro sono venuti fuori e forse in noi si è iniziato a pensare all'Atletico Madrid. Ma devo fare i complimenti ai ragazzi”.

Il tecnico della squadra capolista sottolinea: “Questi ragazzi da tempo mi stanno regalando grandissime emozioni, trofei e vittorie. Oggi abbiamo fatto un ottimo primo tempo giocando bene a calcio, poi il Bologna è cresciuto ma noi abbiamo occupato bene il campo soffrendo il giusto”.

Come puntualizza sempre il mister, “per noi era la sesta partita in 20 giorni. Mi dispiace che stasera abbiamo perso Arnautovic e Augusto, ma speriamo che rientreranno presto con noi”. 

Quindi sul finale di campionato che attende la sua squadra: “All'Inter hai sempre l'obbligo di presentarti in campo nel migliore dei modi, mancano ancora dieci partite importantissime in campionato ma ho la fortuna di allenare una squadra forte”.

Carlos Augusto in azione LaPresse
Carlos Augusto in azione

La cronaca testuale