Trentesima giornata

L'Atalanta espugna il Maradona, 3-0 al Napoli

Gol di Miranchuk e Scamacca nel primo tempo e quello di Koopmeiners nella ripresa

L'Atalanta batte 3-0 il Napoli in un match valido per la trentesima giornata di Serie A, disputato allo  stadio 'Maradona' della città partenopea. 

A decidere la partita i gol  nel primo tempo di Miranchuk al 26' e Scamacca al 45' e quello di  Koopmeiners al 43' della ripresa. 

Con questo successo l'Atalanta accorcia sulla zona Champions, distanziando proprio il Napoli: dall'altra parte, gli azzurri rimangono fermi a 45 punti dopo una prestazione deludente e ricca di errori. 

Prima dell'inizio della partita i giocatori del Napoli si sono inginocchiati per protestare contro il razzismo. 

Napoli Vs Atalanta: il gol di Aleksei Miranchuk LaPresse
Napoli Vs Atalanta: il gol di Aleksei Miranchuk

Primo tempo

All'interno di un primo tempo a tratti equilibrato, l'Atalanta si rivela più cinica e riesce a rientrare negli spogliatoi addirittura con due gol di vantaggio. Già dopo tre minuti i nerazzurri colpiscono un palo con Miranchuk, su sviluppo di contropiede. Il Napoli soffre tremendamente gli inserimenti dei centrocampisti atalantini e la posizione offensiva ibrida di Miranchuk. Proprio l'attaccante russo realizza la rete dell'1-0 per l'Atalanta: in seguito ad un'azione molto confusa in area, Pasalic serve di testa Miranchuk, che da due passi non ha problemi a battere Meret. Il Napoli prova a reagire, giocando, però, su ritmi troppo blandi. Al 45' arriva, però, la doccia fredda per i partenopei, che subiscono il gol del 2-0 per mano di Scamacca, autore di un preciso destro all'angolino.

Secondo tempo

In avvio di ripresa Calzona attinge dalla panchina e prova a scuotere la manovra offensiva sin qui scolastica del Napoli. Gli ingressi di Zielinski e Ngonge danno un iniziale cambio di ritmo ai padroni di casa. La reazione partenopea è, però, solo estemporanea e l'Atalanta ritorna presto padrona del campo. In più occasioni Osimhen sbatte su Carnesecchi, fallendo il gol della speranza. Nel finale di match, al 88', Koopmeiners chiude i conti, segnando il terzo gol.

La cronaca testuale