ELEZIONI IN BASILICATA

C'è il candidato del "campo largo", Azione e Italia Viva non ci sono

Il candidato unitario è Domenico Lacerenza, che ha convinto il centrosinistra e Angelo Chiorazzo di Basilicata Casa Comune. Italia Viva e Azione si avvicinano invece al governatore uscente di centrodestra Vito Bardi

C'è il candidato del "campo largo", Azione e Italia Viva non ci sono
Ansa
Il candidato unitario del Campo largo in Basilicata Domenico Lacerenza

L’accordo nel campo largo in Basilicata arriva a pochi giorni dalla presentazione delle liste per le elezioni del 21 e 22 aprile prossimi. 

A sfidare il presidente uscente del centro destra Vito Bardi, sarà il direttore della struttura complessa di oculistica dell’azienda ospedaliera regionale San Carlo di Potenza, Domenico Lacerenza. Il candidato governatore è al suo primo impegno politico, ha 66 anni, è pugliese di nascita ma si definisce “lucano da oltre un quarto di secolo”.

Quella di Lacerenza è una candidatura last minute, un po’ come avvenne anche nel 2019 quando la scelta del centrosinistra ricadde sull’imprenditore Carlo Trerotola.

Non è stato semplice arrivare alla candidatura unitaria. Pd, M5S, Verdi & Sinistra e + Europa sono riusciti a raggiungere l’accordo con Angelo Chiorazzo, che era già stato indicato come candidato governatore da Basilicata Casa Comune. A convincerlo è stata proprio la proposta di convergere su Lacerenza, “poiché corrisponde alla scelta di un profilo civico fortemente impegnato in linea con quella nuova storia che avevamo auspicato, proposto, chiesto”.

A questo punto sarà scontro a due. Nel 2019, i cinque stelle erano fuori dalla coalizione e presero il 20% dei consensi; il centrosinistra si fermò al 33%. Questo permise all’ex generale della Guardia di Finanza Vito Bardi di vincere con poco più del 42% dei consensi. 

Italia Viva e Azione, in Basilicata, dovrebbero invece far confluire i propri voti sul candidato di centrodestra, inserendo alcuni candidati d’area all’interno delle liste a suo sostegno. Lo si saprà con certezza sabato 23 marzo alle 12, termine ultimo per la presentazione delle liste che concorreranno alle elezioni regionali