Cambiamo le regole

Con Sport&Salute il bando 'Un passo contro la violenza'

Lunedì, a Roma, con l'Associazione 'Differenza Donna' un appuntamento capace di fornire strumenti pratici e supporto alle vittime di abusi. Tra i relatori anche Manuela Benelli

Con Sport&Salute il bando 'Un passo contro la violenza'
spiort e salute
Locandina "Un passo contro la violenza" sull’empowerment femminile nello sport per sensibilizzare l'opinione pubblica.

Sport e Salute rinnova bando “Un passo contro la violenza” e lunedì proporrà un convegno dal titolo “Cambiamo le regole”. Sarà un incontro sull’empowerment femminile nello sport per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla violenza contro le donne, fornendo allo stesso tempo strumenti pratici e supporto alle vittime di abusi. Il tutto sulla scia delle iniziative per la Festa della Donna. La tavola rotonda avrà come focus lo sport, i suoi valori e la promozione del cambiamento culturale per arginare la violenza di genere. Il convengo è organizzato da Differenza Donna, associazione leader in questo campo e gestore del numero verde antiviolenza e stalking 1522, che si è aggiudicata il bando promosso e finanziato per 15.000 € da Sport e Salute, “Un passo contro la violenza”. Un’iniziativa che si rinnova dal 2022, annunciata simbolicamente ogni 25 novembre, Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne, e destinata alle associazioni senza scopo di lucro e alle onlus che operano nel terzo settore, rappresentando un’opportunità di riscatto, inclusione e recupero della fiducia per le vittime di violenza.

Alla conferenza di lunedì parteciperanno, tra gli altri, Raffaella Passoni, responsabile del Centro antiviolenza “Elena Gianini Belotti” gestito dall’associazione Differenza Donna, Chiara Virginia Cacchi, responsabile gestione formazione del personale presso Sport e Salute, Manuela Benelli, allenatrice e direttrice tecnica Volley Academy Ravenna, Manuel Onorati, presidente del Cus Roma Tor Vergata, e Flavia Landolina, atleta della Nazionale italiana di canoa polo e vice-campionessa d’Italia in carica e operatrice di Differenza Donna.