Ventenne si toglie la vita in carcere a Teramo. Un altro suicidio in cella a Secondigliano

Si tratta del secondo detenuto che si uccide, con modalità analoghe, in un mese e mezzo a Castrogno: a fine gennaio si era tolto la vita un detenuto di 37 anni

Ventenne si toglie la vita in carcere a Teramo. Un altro suicidio in cella a Secondigliano
Ministero Interno
Casa Circondariale di Teramo

Un giovane detenuto del carcere di Castrogno a Teramo, ventenne secondo le prime informazioni, si è suicidato nella sua cella. Il ragazzo, riportano i media locali, si sarebbe impiccato nel bagno, nel giorno del suo compleanno. A lanciare l'allarme è stato il compagno di cella. 

Sono subito intervenuti gli agenti della polizia penitenziaria e poi gli operatori del 118, che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del giovane. È il secondo detenuto che si uccide impiccandosi in un mese e mezzo a Castrogno: a fine gennaio si era tolto la vita un detenuto di 37 anni.

Carcere - immagine generica Pixabay
Carcere - immagine generica

Nel Carcere di Secondigliano, a Napoli si è tolto la vita un detenuto straniero, di 33 anni. Si tratta del quinto suicidio in carcere in Campania, da inizio 2024. Lo rende noto il Garante campano delle persone private della libertà personale, Samuele Ciambriello. Il detenuto era un senza fissa dimora entrato in carcere per omicidio. Era balzato agli onori della cronaca nell'agosto del 2019 per essere stato l'unico detenuto evaso dal carcere di Poggioreale.

Carcere - immagine generica Pixabay
Carcere - immagine generica