Mercati

Europa chiude contrastata dopo i record, Milano chiude piatta

Nel listino principale maggior calo per Cucinelli, -2,98%, seguito da Banca Mps, -2,80%, e da Saipem, -2,22%. Maggior rialzo per Nexi, +2,49%, che recupera dopo il -4,88% di ieri. Secondo maggior rialzo per Italgas, +2,13%

Europa chiude contrastata dopo i record, Milano chiude piatta
pixabay
Andamento Mercati

Borse poco mosse oggi, ma è una pausa dopo la corsa dei giorni scorsi. Milano chiude a +0,07%. Ha fatto meglio Londra, +0,62%, secondo giorno di slancio dopo che ieri il suo governatore, Andrew Bailey, ha detto che l'inflazione è sulla traiettoria giusta. 

È stata invece in calo Parigi, -0,34%, perché continua la discesa del settore lusso dopo che nei giorni scorsi il gruppo Kering, che ha anche alcuni marchi italiani, ha lanciato un allarme sul calo atteso dei ricavi, soprattutto in Asia. Oggi -3,57% per Kering, Lvmh -2,28%, i due maggiori rialzi dell'indice Cac40. 

Per l'indice Ftse Mib di Milano è il nono rialzo settimanale di fila, i settori che hanno portato l'indice Ftse Mib sui massimi dal 2008 sono quelli che l'avevano trainato l'anno scorso: automotive e banche. Il rialzo però è globale. Questa settimana ha visto il maggiore rialzo da inizio anno sia per l'indice S&P500 della borsa di New York che per l'indice Msci World, uno dei principali indicatori dei mercati mondiali.

Oggi negli Stati Uniti pochi dati macroeconomici. L'indice S&P500 oggi segna -0,07%, il Nasdaq dei tecnologici +0,20%. In evidenza due titoli: Nike -6,65%, anche in questo caso per un allarme sui profitti attesi lanciato dalla stessa azienda. E Tesla, -1,86%: secondo Bloomberg ha ridotto la produzione nel suo stabilimento in Cina, in un contesto di crescita lenta delle vendite di veicoli elettrici e di un’intensa concorrenza nel Paese.

A Piazza Affari in evidenza WeBuild, la ex Salini Impregilo, è scesa del 5,96% dopo che Unicredit ha venduto il suo 4,9% del capitale con un prezzo a sconto. Nel listino principale maggior calo per Brunello Cucinelli, -2,98%, titolo seguito da Banca Mps, -2,80%, e da Saipem, -2,22%. Maggiore rialzo per Nexi, +2,49%, che recupera dopo il -4,88% di ieri. Secondo maggior rialzo per Italgas, +2,13%.