GP di Arabia Saudita

Formula 1: in Arabia vince Verstappen davanti a Perez e Leclerc

L'olandese della Red Bull trionfa sul circuito ultraveloce della 'Jeddah Corniche'. Non c'è stato Carlos Sainz, operato per una forma di appendicite, al suo posto Oliver Bearman, più giovane pilota Ferrari, giunto settimo

Formula 1: in Arabia vince Verstappen davanti a Perez e Leclerc
GettyImages
F1, Gran Premio d'Arabia Saudita: Max Verstappen

Max Verstappen, con la Red Bull, vince il Gp dell'Arabia Saudita davanti al compagno di squadra, il messicano Sergio Perez e alla Ferrari del monegasco Charles Leclerc.

L'ordine di arrivo

  1. Max Verstappen, Red Bull Racing 
  2. Sergio Perez, Red Bull Racing 
  3. Charles Leclerc, Ferrari
  4. Oscar Piastri, McLaren 
  5. Fernando Alonso, Aston Martin
  6. George Russell, Mercedes
  7. Oliver Bearman, Ferrari
  8. Lando Norris, McLaren
  9. Lewis Hamilton, Mercedes
  10. Nico Hulkenberg, Haas F1 Team

Assenza obbligata in questo week end per Carlos Sainz, che è stato operato per una forma di appendicite. Il pilota spagnolo è stato, appunto, sostituito dal giovane 18enne talento inglese della Academy di Maranello, Oliver Bearman. La Ferrari con un post pubblicato sull'account X ufficiale della scuderia ha comunicato il successo dell'operazione di Sainz : "Intervento riuscito. Tutto è andato bene e ora riposa in ospedale. Gli inviamo il nostro sostegno per una rapida guarigione". 

F1, Gran Premio d'Arabia Saudita: Max Verstappen GettyImages
F1, Gran Premio d'Arabia Saudita: Max Verstappen

La gara

La partenza di Verstappen è perfetta e l'olandese tiene senza problemi la prima posizione, mentre Leclerc viene attaccato e insidiato da Perez ma il monegasco è bravo a resistere tenendo dietro il messicano. Nel quarto giro però Perez approfitta del DRS e sorpassa la Rossa mettendosi alle spalle del compagno di scuderia, poi tre tornate più tardi Stroll va a muro e forza l'entrata della Safety Car.

I primi tre davanti si fermano tutti, Norris prosegue e va in testa ma la sua leadership dura poco avendo alle spalle Verstappen. Le posizioni tornano poi tutte come prima e per quanto riguarda la gara di quelli davanti c’è poco altro da raccontare. A metà gruppo invece c’è più battaglia: Norris ed Hamilton, gli ultimi a fermarsi per il pit-stop, scivolano in ottava e nona posizione ma con la gomma più morbida da sfruttare nell'ultimo centinaio di chilometri da percorrere. I due britannici provano a rifarsi sotto a Bearman, bravissimo però a resistere piazzando giri veloci personali per tenere a distanza i rivali e difendere la settima piazza.

Nessun rivale per l'olandese della RedBull Max Verstappen, che vince il Gran Premio dell'Arabia Saudita e mette in fila il secondo successo stagionale su altrettante gare. Secondo il suo compagno di squadra, il messicano Sergio Perez, nonostante i cinque secondi di penalità per unsafe release nel corso del pit stop effettuato all'ottavo giro. Gradino più basso del podio per la Ferrari del monegasco Charles Leclerc, che chiude conquistando il giro veloce nell'ultimo giro con il crono di 1:31.632. Settima, invece, l'altra Rossa guidata dal 18enne esordiente Oliver Bearman, che, chiamato a sostituire l'indisponibile Carlos Sainz, chiude a punti la sua prima gara da pilota più giovane nella storia della Ferrari.

Quarta la McLaren di Oscar Piastri, che precede l'Aston Martin di Fernando Alonso e la Mercedes di George Russell, rispettivamente quinta e sesta. Conclude nono il sette volte campione iridato, Lewis Hamilton, preceduto dalla McLaren di Lando Norris e seguito dalla Haas di Nico Hulkenberg, mentre non riescono a terminare la gara l'Alpine di Gasly - problemi al cambio - e l'Aston Martin di Stroll, finita contro il muro durante il settimo giro.
 

Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1, il pilota Ferrari Charles Leclerc ApPhoto
Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1, il pilota Ferrari Charles Leclerc

Leclerc: “Pista difficile, Bearman è stato incredibile”

"È stata una gara noiosa per via della distanza dalla Red Bull, ma nel complesso è andata bene". Queste le parole di Charles Leclerc, pilota della Ferrari, intervistato in seguito al terzo posto conquistato nella gara del Gran Premio dell'Arabia Saudita.

"Avevamo un buon passo, conquistando anche il giro veloce alla fine - sottolinea il monegasco - Nel complesso le sensazioni sono state buone, nonostante una gara noiosa con le Red Bull troppo veloci davanti e gli altri piloti molto staccati dietro di me. Rispetto all'anno scorso sono andato meglio, forse per la minore adrenalina, in una delle piste più difficili della stagione per il caldo, le curve e per i movimenti del collo. Bearman? Ha fatto un lavoro incredibile, già dalle libere. Anche in qualifica è stato bravo, mancando il Q3 per poco. Ha fatto una buonissima gara, tutti sappiamo quanto è talentoso - conclude Leclerc - e arriverà in pianta stabile in Formula Uno".

 

La griglia di partenza

1. Max Verstappen (Red Bull)

2. Charles Leclerc (Ferrari)

3. Sergio Perez (Red Bull)

4. Fernando Alonso (Aston Martin)

5. Oscar Piastri (McLaren)

6. Lando Norris (McLaren)

7. George Russell (Mercedes)

8. Lewis Hamilton (Mercedes)

9. Yuki Tsunoda (RB)

10. Lance Stroll (Aston Martin)

11. Oliver Bearman (Ferrari)

12. Alexander Albon (Williams)

13. Kevin Magnussen (Haas)

14. Daniel Ricciardo (RB)

15. Nico Hulkenberg (Haas)

16. Valtteri Bottas (Kick Sauber)

17. Esteban Ocon (Alpine)

18. Pierre Gasly (Alpine)

19. Logan Sargeant (Williams)

20. Guanyu Zhou (Kick Sauber)

La cronaca testuale

In conferenza stampa, il tre volte campione del mondo ha sottolineato: "Sono molto concentrato su quello che devo fare, non è mai stato un problema da parte mia e non lo sarà mai. Per me va tutto bene, sono qui e sono contento. La macchina è veloce e nel gruppo di lavoro va bene con tutti".

Per quanto riguarda la casa di Maranello, queste le dichiarazioni del team principal Fred Vasseur: "Charles si è sempre trovato a proprio agio tra i muretti della Jeddah Corniche e mi aspetto che sia ancora tra i migliori, seppure in un gruppo caratterizzato da valori serratissimi, e in condizione di giocarci risultati importanti tanto in qualifica che in gara".

Il commento di Charles Leclerc, dopo i problemi sofferti con i freni per tutta la scorsa gara: “In Bahrain è andata meglio di come ci aspettavamo, ma è presto per dire come andranno realmente le cose. Speriamo di aver risolto i problemi ai freni. Per ora non possiamo battere le Red Bull, ma la macchina è in una situazione migliore. Ma va detto che Verstappen continua ad essere avanti".

Il monegasco, inoltre, parla delle prospettive della Rossa: "E' un momento positivo nel team dopo lo slancio preso nella seconda parte del 2023. Non so cosa aspettarmi, ma è difficile valutare dopo una gara. Di sicuro lavoreremo per vincere".