La visita del ministro delle Imprese e del Made in Italy in Abruzzo

Il ministro Urso visita il Centro Spaziale del Fucino: "Sarà il primo centro di controllo di Iris 2"

"Il centro di fatto viene raddoppiato ed è il frutto dell'azione svolta dal nostro governo e dalle aziende che fanno riferimento al gruppo Leonardo", ha sottolineato Urso, spiegando che l'impatto sull'occupazione sarà pari a 200 addetti"

Il ministro Urso visita il Centro Spaziale del Fucino: "Sarà il primo centro di controllo di Iris 2"
ansa
Centro Spaziale “Piero Fanti” del Fucino di Telespazio

Il Centro Spaziale del Fucino Telespazio è stato individuato in sede europea come il luogo che ospiterà il principale dei tre centri di controllo della nuova galassia di satelliti europei Iris 2.

Lo ha affermato il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, in visita al centro insieme al presidente della Regione Abruzzo Marsilio e al presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana Valente.

La localizzazione, ha aggiunto, sarà ufficialmente annunciata dalla Commissione Europea nei prossimi giorni. "Il centro di fatto viene raddoppiato ed è il frutto dell'azione svolta dal nostro governo e dalle aziende che fanno riferimento al gruppo Leonardo", ha sottolineato Urso, spiegando che l'impatto sull'occupazione sara' pari a 200 addetti diretti e indiretti.

La decisione, ha spiegato il ministro, "ci consentirà di rafforzare la leadership di questo centro come il più importante e significativo teleporto al mondo". - Lo Spazio è un settore "fondamentale non solo per lo sviluppo economico del Paese" e "entro aprile il Paese avrà la sua legge nazionale già approvata con la manovra economica del 2024 a dicembre scorso", ha sottolineato ancora il ministro delle Imprese e del Made in Italy. 

"Dopo gli Stati Uniti infatti, la seconda base per far decollare i turisti alla volta dello spazio, sarà costruita in Puglia - ha proseguito il ministro -. La prima ministeriale del G7, che si svolgerà a Verona il 14 marzo, sarà sull'industria e sullo spazio, e questo non era scontato, perché erano sette anni che non si verificava questo. Questo perché industria a spazio sono diventati fondamentali perché quanto riguarda la sicurezza dell'Occidente, e sarà un'occasione per confrontarsi con le altre grandi democrazie occidentali - ha concluso Urso -. Sappiamo che lo spazio e la colonizzazione di esso è il futuro dell'umanità e noi vogliamo che l'Italia abbia un ruolo da leader in questo. Il 2024 per l'Abruzzo e per l'Italia, sarà l'anno dello spazio".